Alpinia Galanga - Grandi Proprietà Antiossidanti e Antibatteriche Blog di Fitness, Nutrizione, Salute e Sport | Blog HSN
Home / Nutrizione / Piante / Alpinia galanga – Scopri tutte le sue proprietà antiossidanti e antibatteriche
Alpinia galanga – Scopri tutte le sue proprietà antiossidanti e antibatteriche

Alpinia galanga – Scopri tutte le sue proprietà antiossidanti e antibatteriche

La Alpinia Galanga, anche nota come lo zenzero siamese, con cui condivide la famiglia (zingiberacee); è una pianta che negli ultimi anni ha guadagnato importanza grazie alle proprietà medicinali che possiede. Scoprila nel seguente articolo.

Cos’è l’Alpinia Galanga?

Si conosce con diversi nomi: galanga, galanga maggiore, zenzero siamese o tailandese.

È una pianta tradizionalmente utilizzata sia in cucina che in medicina naturale. Ha ricche proprietà che verranno spiegate in seguito. Ha altre due piante collegate e riconosciute per avere proprietà molto simili, anche se sono definite come galanghi minori: alpinia officinarum hance e alpinia calcarata rosc.

Pianta naturale di alpinia galanga

È considerata dagli esperti un’erba rizomatosa perenne, robusta, con fusti che possono raggiungere i 3,5 metri d’altezza e che ha una radice sotterranea aromatica e copiosamente ramificata.

Contiene foglie da 23 a 45 da 3,8 a 11,5 centimetri circa. La sua caratteristica principale è quella di essere alterne, disticolate, oblunghe-lanceolate, acute e glabre.

Il frutto è una capsula globosa ed ellissoidale, di 1-1,5 centimetri di diametro, di colore da rosso-arancione a rosso vino.

Provenienza e coltivazione

Si considera una pianta nativa dell’Indonesia, ma attualmente si coltiva in molte parti del sud e sud-est dell’Asia.

La produzione in quest’ultima zona asiatica è considerevole, dato che è una spezia comunemente utilizzata quotidianamente da milioni di persone, tanto nelle ricette in cucina come trattamento naturale.

Principalmente la sua coltivazione si realizza in orti familiari.

È molto diffusa anche in Europa, poiché, secondo i dati forniti negli ultimi anni, i Paesi Bassi importano ogni anno più di 100 tonnellate di rizomi freschi e circa 30 tonnellate di rizomi di galanga essiccati.

Coltivazione di alpinia galanga in thailandia

La produzione di galanga ha diversi utilizzi, per cui in base a questi, il tempo di produzione varia:

  • La raccolta per il suo uso come spezia si realizza di solito tre mesi dopo la semina (alla fine dell’estate o inizio dell’autunno). I rizomi di più di quattro mesi diventano fibrosi e spugnosi e perdono il loro valore come spezia.
  • Per l’estrazione di oli essenziali, i rizomi si raccolgono quando le piante hanno circa sette mesi di vita.
  • Tuttavia, per l’uso in ayurveda e altre preparazioni medicinali tradizionali, i rizomi si raccolgono dopo i 15 mesi, quando i rizomi diventano legnosi e fibrosi.

I rizomi raccolti si lavano, tagliano, seccano e comercializzano freschi o secchi dopo il confezionamento. Il prodotto secco si macina prima dell’utilizzo.

Usi tradizionali dell’Alpinia Galanga

La stragrande maggioranza, se non tutte, le piante usate oggi come rimedi naturali sono state usate per anni, sia nelle culture antiche che oggi in altri emisferi, per i loro effetti benefici sull’organismo.

L’alpinia galanga si utilizza nella cachessia e pulizia della bocca, stimola il potere digestivo e l’appetito. Si utilizza anche come purgante. Normalmente il rizoma si utilizza come spezia e fonte di oli essenziali. I germogli e i fiori giovani, come verdura o spezia.

È ampiamente utilizzata  per il consumo alimentare, così come nel sistema tradizionale della medicina: ayurveda, unani, cinese e tailandese.

Estratti naturali di alpinia galanga

In alcune zone dell’Asia continua ad essere utilizzato in modo naturale con il fine di trattare diverse condizioni.

Nelle Filippine si utilizza un decotto di rizomi per la dispepsia, il mal di testa e la malaria. In altre zone come la Thailandia il rizoma secco di questa pianta è usato come cardiotonico, mentre in India i rizomi secchi, insieme ad altre piante, sono usati per le malattie cardiache.

Usi culinari

Lo zenzero siamese è stato utilizzato tradizionalmente anche in cucina, sia come aromatizzante come contorno di diversi piatti e ricette.

Ha un sapore piccante (amaro) di canfora ed è usato come aroma alimentare nel Sud-Est asiatico, specialmente per il riso. Le fette di rizoma secco possono essere cucinate con piatti di verdure o di carne, ma il più delle volte la spezia viene utilizzata fresca, grattugiata o tritata.

È essenziale per la cucina giavanese ed è utilizzato soprattutto sull’isola indonesiana di Bali, dove è conosciuto come ‘kencur’. Si utilizza anche nella cucina e medicina cinese, essendo venduto in negozi di alimentari cinesi con il nome ‘Sha Jiang’, mentre la pianta stessa è conosciuta come ‘Shan Nai’.

Zenzero siamese secco

Altri usi che tradizionalmente sono stati dati alla galanga sono:

  • Come masticante insieme alla foglia di betulla e alla noce di areca
  • Per proteggere contro gli insetti

Proprietà della pianta

Diversi studi hanno dimostrato che la galanga contiene flavonoidi e oli volatili, che le apportano attività farmacologiche, includendo quelle antibatteriche, antimicotiche, antivirali, antiprotozoiche, immunomodulatrici, effetto antiossidante, antidiabetico, anticoagulante e ipolipemiante.

La radice di galanga è una fonte di minerali come potassio, magnesio, fosforo, ferro e sodio; oltre a vitamina A e C.

I rizomi di galanga possono essere masticati e ingeriti. Si ritiene che abbiano molte proprietà benefiche, cioè stimolanti, espettoranti, carminative e diuretiche. Sono utilizzati nella preparazione di gargarismi e vengono somministrati con il miele per il trattamento della tosse e delle malattie respiratorie.

Si utilizza anche per il trattamento di dolori addominali, vomito, diarrea e dolori alle mole con la funzione di promuovere la circolazione dell’energia vitale e alleviare il dolore.

Radice di alpinia galanga

Rizomi

Miscelato con l’olio viene utilizzato esternamente per guarire le ferite e viene applicato caldo nelle regioni reumatiche. Una lozione preparata dal rizoma viene utilizzata per rimuovere la forfora o le squame di pelle dalla testa.

L’estratto di etanolo del rizoma secco ha mostrato attività antispasmodica dopo la contrazione indotta dall’istamina e la contrazione indotta dal bario nelle cavie. Un estratto di etanolo e acqua indicò un’attività stimolante nel muscolo liscio. Anche gli estratti d’acqua dei rizomi secchi hanno dimostrato di avere un’attività antitumorale.

Estratto della foglia

Le foglie si utilizzano in lozioni e cataplasmi per il dolore agli occhi, i reumatismi e la febbre. Il succo è un ingrediente nella realizzazione di alcune preparazioni toniche.

Studi di laboratorio hanno dimostrato che l’olio estratto dal rizoma ha vari effetti benefici. L’olio essenziale della radice indotto dal glutatione-transferasi ha attività nello stomaco, nel fegato e nell’intestino tenue dei ratti.

Polvere di alpinia galanga

Oli

Gli oli di rizoma e di radice hanno mostrato un’attività antibatterica contro Escherichia coli e Staphylococcus aureus; e un’attività antimicotica contro Cladosporium sp. Si osservò una azione ipolipidemica dell’estratto etanolico di galanga in vivo.

La somministrazione orale dell’estratto fu efficace per ridurre i livelli totali di colesterolo, trigliceridi e fosfolipidi nel siero e nei tessuti.

Alpinia Galanga Benefici

Stimolante del Sistema Nervoso

L’estratto metanolico e di etil acetato di alpinia galanga ha mostrato una significativa attività stimolante del sistema nervoso centrale (SNC) nei topi utilizzando l’actfotometro e il test di rotazione.

La stimolazione del SNC a una dose di 500 mg/kg fu comparabile con i farmaci standard caffeina e modafinil derivati dall’anfetamina.

Tra le conclusioni si estrae che il rizoma della galanga può avere un’attività stimolante nei topi e i princìpi attivi responsabili di questo effetto sono presenti sia nell’estratto metanolico grezzo che nella frazione etil acetato dell’estratto metanolico di questa specie vegetale.

Sistema nervoso e alpinia galanga

Rendimento cognitivo

Diversi studi hanno parlato degli effetti della pianta galanga.

Sebbene sia stato segnalato che l’alpinia galanga migliora le prestazioni cognitive negli animali, non è stata studiata a fondo per il suo potenziale effetto psicostimolante sull’uomo. Uno studio di crossover randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo, è stato eseguito per determinare l’effetto della galanga sull’acuità mentale e l’attenzione sostenuta rispetto alla caffeina e al placebo, nei partecipanti con assunzione regolare di caffeina.

Tra le conclusioni si evince che la galanga induce un effetto benefico sull’acuità mentale e la combinazione di galanga con la caffeina previene il collasso della caffeina e migliora l’attenzione sostenuta alle 3 ore. Pertanto, questi effetti stimolanti potrebbero portare ad un nuovo uso del galanga come ingrediente chiave nelle bevande energetiche o prodotti simili.

Secondo studio

Si cercò di valutare il miglioramento cognitivo delle frazioni di alpinia galanga nel tipo di amnesia da Alzheimer in ratti indotta da Aβ.

Tra i risultati si evinse che l’aumento della memoria di assuefazione e la diminuzione della latenza di fuga nel parametro comportamentale sono gli indicatori del miglioramento cognitivo dopo il trattamento con frazioni di alpinia galanga.

L’aumentata attività di Na(+)/K(+)-ATPase e antiossidanti rappresenta un miglioramento dell’integrità delle membrane cerebrali e una proprietà di eliminazione dei radicali liberi. Il livello di AChE fu ridotto per migliorare la cognizione aumentando la trasmissione colinergica.

L’effetto antiamnestico fu esercitato da diverse frazioni di alpinia galanga. Tra tutte le frazioni, la neuroprotezione preminente è stata esercitata dalla frazione cloroformio, che ha il composto, 1’δ-1′-acetossieugenolo acetato e può essere un potenziale agente terapeutico per l’amnesia di tipo Alzheimer. Questi risultati ci spingono ulteriormente ad esplorare l’attività dell’effetto antiamnestico del composto di piombo nel modello dei ratti transgenici della EA.

Aspetto dell'alpinia galanga

Attività antimicrobica

Gli oli essenziali ottenuti dai rizomi freschi e secchi di alpinia galanga mostrano attività antimicrobica contro i batteri g-positivi.

Un estratto del rizoma secco mostra attività antimicrobica contro Trichophytonmentagrophytes.

Un estratto crudo di acetone dei rizomi di alpinia galanga mostrò attività antispasmodica contro Salmonella typhi, Escherichia coli e vancomicina.

Attività antimicotica

Gli estratti etanolici di alpinia galanga dimostrarono di possedere una buona attività antimicotica contro Trichophytonlongifus.

Attività antinfiammatoria

I principi antiallergici sono stati riportati nel rizoma della alpinia galanga. 80% di estratto acquoso di acetone dai rizomi di alpinia galanga esprimeva l’inibizione del rilascio di beta-esosaminidasi, come marcatore di degranulazione mediata dall’antigene IgE nelle cellule RBL-2H3. 1′S-1′-acetoxychavicol e 1′S-1′-acetossiugenolo acetato mostrano una potente attività inibitoria.

Quale quantità di Alpinia Galanga assumere?

La dose convenzionale di alpinia galanga è di fino a 4 grammi di erba al giorno. Si può assumere in tè o infusione, imbevendo fino ad un grammo su circa 150 millilitri di acqua calda.

Infusione di zenzero tailandese

Interazioni della Galanga

L’assunzione è totalmente sconsigliata per le donne incinta e in periodo di allattamento. Non esistono certezze sui benefici in queste condizioni negli studi finora realizzati.

Le persone che soffrono alterazioni della pressione arteriosa o quelle che consumano altre piante naturali per migliorarla, devono usare precauzione con l’assunzione di alpinia galanga, dato che può avere effetti cumulativi.

I pazienti diabetici devono assumerla con precauzione. Anche coloro i quali assumono farmaci per diminuire gli zuccheri nel sangue, o pazienti con squilibri negli elettroliti.

Come sempre, da HSN raccomandiamo il consulto medico o specialista di fronte all’assunzione di qualsiasi pianta naturale o integratore che contenga estratto della pianta, tra cui si trovi la galanga.

Effetti Collaterali

Non è stato riscontrato un alto rischio di controindicazioni di fronte all’assunzione dello zenzero siamese. Le persone allergiche alla famiglia delle zingiberaceae dovrebbero evitare la sua assunzione.

Sono state rilevate alcune reazioni: prurito, movimenti anormalmente lenti, diuresi e sonno prolungato. La maggior parte di essi si sono verificati in seguito ad un’assunzione eccessiva.

Fonti Bibliografiche

Link Correlati con la tematica:

  • Come interpretare l'etichetta di un integratore con estratto di erbe?
  • Infusioni depurative per eliminare tossine
Valutazione Alpinia Galanga

Provenienza - 100%

Proprietà principali - 99%

Usi tradizionali - 100%

Effetti collaterali - 100%

100%

Valutazione HSN: 5 /5
Vedi Anche
Benefici della cannella
Cannella – Proprietà, tipi e benefici per la salute

Oltre ad apportare un tocco dolce, legnoso e piccante ai nostri piatti, la cannella può …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace il nostro HSNBlog?
HSN Newsletter
Be’, immagina le offerte del nostro negozio.

Lasciaci la tua mail e ti daremo accesso alle migliori promozioni per i nostri clienti


Desidero iscrivermi e accetto la politica di privacy