Antiossidanti - Scopri come combattere i radicali liberi Blog di Fitness, Nutrizione, Salute e Sport | Blog HSN
Home / Integratori / Antiossidanti

Antiossidanti

Antiossidanti

Gli antiossidanti sono elementi che aiutano a prevenire le molecole instabili, chiamate radicali liberi, che danneggiano le nostre cellule, dando come risultato la conosciuta ossidazione cellulare

La recente crescita della conoscenza dei radicali liberi e delle specie reattive dell’ossigeno (ROS) è una rivoluzione medica che promette una nuova era in tema di salute e delle malattie.

Effetti dell’Ossigeno

La maggior parte degli effetti potenzialmente dannosi dell’ossigeno sono dovuti alla formazione e all’attività di una serie di composti chimici, noti come ROS, che tendono a donare ossigeno ad altre sostanze. I radicali liberi e gli antiossidanti sono diventati argomento di discussione moderno sui meccanismi di contrazione delle malattie.

Ossigeno

Sembra ironico che l’ossigeno, elemento indispensabile per la vita, in certe condizioni abbia effetti deleteri sul corpo umano.

Controversia dell’Ossigeno

Gli esseri umani hanno bisogno di ossigeno per vivere, ma il semplice atto di respirare si traduce nella formazione di molecole altamente reattive come i radicali liberi. Poiché i radicali liberi interagiscono con altre molecole del corpo, causano danno ossidativo, che può portare allo sviluppo di un’ampia gamma di malattie.

Effetti dell'ossidazione

Gli effetti dell’ossidazione sono rapidamente visibili, ad esempio quando si taglia una mela. Possiamo osservare che in pochi minuti raggiungerà un aspetto emaciato (ossidato) dopo averla lasciata esposta all’aria

Cos’è lo Stress Ossidativo?

Questo termine è usato per descrivere la condizione del danno prodotto dai Radicali Liberi, ed è il risultato di uno squilibrio critico tra la generazione di radicali liberi e le difese antiossidanti. Questo effetto negativo è associato a danni a un’ampia gamma di strutture molecolari, tra cui lipidi, proteine e acidi nucleici.

Stress Ossidativo a Breve Termine

Può verificarsi nei tessuti feriti a causa di traumi, infezioni, ustioni, iperossia, tossine ed esercizio fisico eccessivo. Questi tessuti feriti producono una maggiore generazione di enzimi produttori di radicali (xantina ossidasi, lipogenasi, cicloossigenasi….), attivazione dei fagociti, rilascio di ferro libero, ioni di rame, o un’interruzione delle catene di trasporto elettronico della fosforilazione ossidativa che produce un ROS in eccesso. Gli effetti collaterali delle radiazioni e della chemioterapia sono stati correlati allo squilibrio tra il ROS e il sistema di difesa antiossidante.

Difese dell'organismo

La missione degli Antiossidanti è difenderci dal danno generato dalle molecole instabili

Quali sono i Migliori Antiossidanti? Nel seguente link avrai una Lista dei Top 10

Fattori Esterni dello Stress Ossidativo

I radicali liberi si trovano naturalmente all’interno del corpo, e per la maggior parte, gli antiossidanti naturali del corpo possono gestire la disintossicazione. Ma, ci sono alcuni fattori esterni che possono causare la produzione di questi radicali liberi dannosi:

  • Esposizione ai raggi UV
  • Inquinamento e contaminazione
  • Fumo di tabacco
  • Consumare alimenti catalogati come “non sani”
  • Eccesso di esercizio
  • Alcuni farmaci o trattamenti farmacologici

Esercizio e radicali liberi

L’esercizio fisico, soprattutto ad alti livelli, può causare moderato danno all’organismo se non si controlla apportando la nutrizione adeguada

Quali Malattie provocano i Radicali Liberi?

Si ritiene che lo stress ossidativo contribuisca in modo significativo a tutte le malattie infiammatorie (artrite, vasculite, glomerulonefrite, lupus eritematoso, sindrome delle malattie respiratorie adulte….), malattie ischemiche (malattie cardiache, ictus, ischemia intestinale….), emocromatosi (accumulo di ferro in eccesso), ulcere gastriche, ipertensione e preeclampsia, malattie neurodegenerative (morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson, distrofia muscolare), alcolismo, o malattie legate al fumo, tra le altre. I ROS sono stati implicati nell’induzione e nelle complicazioni del diabete mellito, malattie della vista legate all’età.

Effetti del ROS

Un eccesso di stress ossidativo può condurre all’ossidazione dei lipidi e delle proteine, che si associa con cambi nella loro struttura e funzioni

Radicali Liberi ed Invecchiamento

Il corpo umano combatte costantemente una battaglia contro l’invecchiamento. L’effetto dei radicali liberi sulle cellule porta alle alterazioni patologiche associate con l’invecchiamento. Un numero crescente di malattie o disturbi, così come lo stesso processo di invecchiamento, dimostrano una relazione diretta o indiretta con queste molecole reattive e potenzialmente distruttive.

Effetto antiaging

Il principale meccanismo di invecchiamento e di danno cellulare che producono i ROS si esercita sul DNA

Come agiscono gli Antiossidanti contro lo Stress Ossidativo e i Radicali Liberi?

Un antiossidante è una molecola stabile che è in grado di donare elettroni ad altre, come i radicali liberi, e neutralizzarli (stabilizzarli), riducendo i loro effetti nocivi e dannosi per la salute. Alcuni di questi antiossidanti, tra cui glutatione, ubiquinolo e acido urico, sono prodotti durante il normale metabolismo del corpo.

Altri antiossidanti più leggeri si trovano nella dieta. Anche se il nostro corpo ha diversi sistemi enzimatici per neutralizzare i radicali liberi, i principali micronutrienti antiossidanti sono la vitamina E (a-tocoferolo), la vitamina C (acido ascorbico) e il beta carotene. L’organismo non può sintetizzarli e quindi devono essere forniti attraverso la dieta.

Effetto antiossidante

Gli antiossidanti possono interagire con i radicali liberi e terminare la reazione a catena prima che le molecole vitali siano danneggiate

Sistema di Difesa degli Antiossidanti

Gli antiossidanti hanno la notevole capacità di riparare le molecole danneggiate donando atomi di idrogeno alle molecole. Alcuni antiossidanti hanno anche un effetto chelante sulla produzione di radicali liberi, catalizzata da metalli pesanti. In questa situazione, l’antiossidante contiene le molecole di metalli pesanti così fortemente che la reazione chimica necessaria per creare un radicale libero non si verifica mai.

Quando l’antiossidante chelante è idrosolubile, provoca anche la rimozione dei metalli pesanti dal corpo attraverso l’urina. Gli antiossidanti flavenoidi aderiscono al DNA, formando una barriera protettiva contro gli attacchi dei radicali liberi, mentre alcuni antiossidanti hanno anche la capacità di causare l’autodistruzione di alcuni tipi di cellule tumorali in un processo chiamato apoptosi.

Perchè Prendere Antiossidanti?

L’effetto degli antiossidanti può influenzare significativamente i danni ossidativi associati all’avanzare dell’età. La ricerca suggerisce che i radicali liberi hanno un’influenza significativa sull’invecchiamento, e che i danni a queste molecole instabili possono essere controllati con un’adeguata difesa antiossidante, attraverso l’assunzione ottimale di nutrienti antiossidanti che contribuiscono a migliorare la qualità della vita, riducendo il rischio di malattie associate.

Invecchiamento

Lo stress ossidativo si accentua generalmente durante il processo di invecchiamento. Un modo per mitigare questo inevitabile processo può essere l’uso di sostanze appositamente indicate per contrastarne gli effetti

Come Ridurre l’Effetto dei Radicali Liberi?

L’organismo produce i propri antiossidanti come la superossido dismutasi, la catalasi e un assortimento di enzimi della perossidasi come mezzo di difesa contro i radicali liberi. Gli antiossidanti neutralizzano i radicali liberi, rendendoli innocui per le altre cellule. Tuttavia, il potere di questi antiossidanti potrebbe non essere sufficiente a neutralizzare il ROS.

Confronto giovane-vecchio

Ecco perché fornire una fonte esterna di antiossidanti dovrebbe far parte della dieta quotidiana, al fine di ridurre lo stress ossidativo e i relativi danni

Abitudini Alimentari per Migliorare il Potere Antiossidante

È fondamentale seguire una alimentazione ricca in prodotti vegetali. Alcuni componenti che compaiono in frutta, verdura e ortaggi con valore antiossidante sono:

  • Beta-carotene: precursore della vitamina A. Le verdure come gli spinaci, cavoli, asparagi, cavoletti di Bruxelles contengono beta-carotene e vitamina C. Le carote, le patate e la zucca contengono grandi quantità di beta-carotene e vitamina C.
  • Vitamina A: è essenziale nello sviluppo di pelle, capelli e membrane mucose. Aiuta anche la vistaa e la crescita di ossa e denti. Le carote, latte scremato, zucca, uova, spinaci e patate dolci hanno alte quantità di vitamina A.
  • Vitamina C: Denominato anche acido ascorbico, è importante per la struttura delle ossa, muscoli e vasi sanguigni. Gli agrumi, così come i mirtilli e l’ananas sono ricchi in vitamina C. Altri frutti che contengono grandi quantità di vitamina C sono il melone, il mango e guava.
  • Vitamina E: protegge le membrane cellulari dall’ossidazione mediante la protezione dei loro acidi grassi. Le noci e gli oli come l’olio di cartamo, ortaggi, mais e soia contengono vitamina E.
  • Quercetina. La quercetina è un antiossidante molto conosciuto per il suo dimostrato potere di prevenzione dei tumori maligni. Ma, inoltre, questo popolare flavonoide funziona anche molto bene nel momento di frenare l’effetto delle allergie per cui è normalmente incluso nei medicinali antistaminici prescritti dai medici e commercializzati in farmacia.
  • Acido Alfa Lipoico: Questo antiossidante si incarica di aiutare le vitamine del complesso B a convertire in energia le proteine e i carboidrati. Inoltre la sua principale virtù è che funziona tanto in acqua come in grasso, qualcosa di non molto comune in questo tipo di molecole.
  • Licopene. Il licopene è il pigmento vegetale incaricato di conferire ad alcuna frutta e verdura il loro caratteristico colore rosso. Fa parte della famiglia dei beta-caroteni, o che è lo stesso, della provitamina A e non può essere sintetizzato dall’organismo umano. In più, i suoi effetti sono specialmente benefici rispetto alla prevenzione del cancro alla prostata e della riduzione dei livelli di colesterolo LDL.
  • Curcumina o Curcuma: Questa pianta, vitale per produrre il curry, possiede interessanti effetti antiossidanti di fronte alla prevenzione di malattie come, per esempio, la colite, l’artrite e le epatiti. Inoltre, si tratta di un potente antinfiammatorio e di incarica di ridurre il dolore osseo in modo molto efficace.
  • Astaxantina: L’astaxantina è il carotenoide più potente conosciuto. Inoltre, grazie alla sua struttura, si compara spesso con la vitamina E e risulta molto utile di fronte al combattere lo stress ossidativo che causa l’invecchiamento della pelle e il deterioramento della salute oculare. Normalmente è presente in alcune microalghe.
  • N-Acetil Cisteina: Questo antiossidante è una forma stabile della L-Cisteina, un amminoacido non essenziale che contiene zolfo e che partecipa direttamente nel processo di formazione delle strutture della proteina. Inoltre, bisogna evidenziare che blocca e elimina metalli pesanti come il piombo e il mercurio dall’organismo e che il suo consumo è molto consigliato nel momento di eliminare i grassi.
  • Glutatione: Probabilmente, il più importante di tutti. Infatti, è popolarmente conosciuto come “la madre di tutti gli antiossidanti” in quanto è il più efficente nel momento di combattere l’effetto dei radicali liberi. Inoltre, la sua azione è legata alla prevenzione delle malattie che vanno dall’invecchiamento della pelle al cancro passando per la demenza senile, l’alzheimer e quelle associate al sistema cardiovascolare.
  • Catalasi. La catalasi è un enzima cruciale per la salute di tutti gli esseri viventi del pianeta composti da ossigeno posto che la sua principale funzione è la conversione del perossido di idrogeno. Per questo, le sue proprietà sono concentrate nel rinforzare il sistema immunitario ed evitare così che gli agenti nocivi possano deteriorare l’organismo e causare malattie.
  • Ubiquinolo: L’ubiquinolo è anche conosciuto con il nome di coenzima Q10 e, attualmente, è uno degli antiossidanti più utilizzati dovuto al fatto che incentiva la produzione energetica delle cellule e aumenta la longevità e vita utile di queste. Pertanto, si può dire che è un rimedio fantastico per combattere l’invecchiamento prematuro tanto della pelle come degli organi interni. Tuttavia, bisogna enfatizzare che, nonostante le sue eccellenti proprietà, il suo utilizzo è sconsigliato per coloro che assumano statine.

Cibi con antiossidanti

Se vuoi scoprire la Top 10 degli Alimenti Ricchi in Antiossidanti, clicca su questo link
1

La carnosina può ritardare l’invecchiamento della pelle, e cosa ancora migliore, può arrivare a ringiovanire le cellule della pelle. Quando parliamo di anti invecchiamento, la maggior parte di noi pensa a costosi trattamenti cosmetici. Possiamo spendere molti soldi in creme che promettono effetti miracolosi e alla fine ottenere risultati insoddisfacenti o che hanno effetti temporanei minimi. Perchè la pelle delle …

Leggi di Più »

Ti piace il nostro HSNBlog?
HSN Newsletter
Be’, immagina le offerte del nostro negozio.

Lasciaci la tua mail e ti daremo accesso alle migliori promozioni per i nostri clienti


Desidero iscrivermi e accetto la politica di privacy