Bromelina - Enzima per migliorare la digestione delle proteine Blog di Fitness, Nutrizione, Salute e Sport | Blog HSN
Home / Integratori / Per la Digestione / Bromelina: Cos’è, Proprietà, Benefici per Migliorare la Digestione delle Proteine
Bromelina: Cos’è, Proprietà, Benefici per Migliorare la Digestione delle Proteine

Bromelina: Cos’è, Proprietà, Benefici per Migliorare la Digestione delle Proteine

Al giorno d’oggi, la ricerca di mantenere il corpo e la mente sani ha costretto scienziati e persone ad avere una migliore comprensione del corpo umano e dei suoi bisogni, motivo per cui sono stati condotti vari studi su quegli elementi e sostanze che si trovano in esso, come gli enzimi, tra cui la bromelina.

Enzima Bromelina o Bromelaina

Un enzima è una proteina che cerca di innescare le reazioni chimiche che avvengono nell’organismo, senza consumarsi nel processo.

Questo fatto interessante ha fatto sì che enzimi come la bromelina siano al centro di numerosi studi che cercano di rispondere alle domande: Che cos’è la bromelina? e quali sono i benefici della bromelina?

Cos'è la bromelina

Se hai problemi digestivi puoi migliorarli attraverso gli enzimi digestivi

Cos’è la Bromelina?

La bromelina è un enzima di origine vegetale e ad alto peso molecolare, la cui funzione centrale è quella di facilitare l’assorbimento degli aminoacidi nell’organismo, avendo la capacità di farlo in una gamma di pH che va dall’acido all’alcalino. Questa è la sua azione proteolitica, la sua caratteristica principale.

Questo enzima agisce nel sistema digestivo, producendosi e agendo specificamente nello stomaco e nell’intestino. Ciò nonostante, offre benefici a tutto il corpo.

Bromelina estratta dall'ananas

La bromelina si può trovare in forma naturale nell’ananas, frutto tropicale originario del sud del continente americano, in questo frutto la maggior parte dell’enzima si trova nel gambo.

Semplicemente scompone tutti i nutrienti delle proteine. Questo ha un contributo abbastanza ovvio se si considera che quasi tutti gli alimenti che mangiamo contengono grandi quantità di proteine. Essendo un enzima proteolitico supporta i meccanismi digestivi dell’organismo riducendo le molecole proteiche complesse per formare unità peptidiche più piccole o singoli aminoacidi.

Negli ultimi decenni, è stata utilizzata per trattare 1.600 disturbi diversi, tra i quali si trovano:

  • Lesioni del tessuto connettivo
  • Distorsioni alla caviglia
  • Tendiniti
  • Allergie
  • Artrite, dolore articolare e osteoartrite
  • Problemi digestivi come acidità di stomaco o diarrea
  • Disturbi cardiovascolari
  • Asma
  • Malattie autoimmuni
  • Cancro
  • Malattia intestinale infiammatoria
  • Infezioni sinusali, come bronchite e sinusite
  • Traumatismo chirurgico e lenta cicatrizzazione di ferite o ustioni sulla pelle
  • Cattivo assorbimento dei farmaci, specialmente antibiotici e sintomi dovuti all’assunzione di medicinali

La Bromelina e l’ananas

Gli abitanti delle aree tropicali dove si trova questa varietà hanno bevevano tutti i prodotti come il succo di frutta per contribuire alla digestione, per i dolori di stomaco, così come per la guarigione e come detergente generale per migliorare la consistenza della pelle, secondo le informazioni consultate.

Come se questo non bastasse, è noto che gli enzimi aiutano nella distruzione (o perdita di peso) delle cellule tumorali, denaturalizzano la fibrina che nasconde le cellule tumorali, aiutando ad essere individuate e distrutte. Gli alimenti ricchi di enzimi sono quelli che non sono stati trattati, tutti gli alimenti crudi, tutti i piccoli germogli come i germinati sono una grande fonte di questi, tra gli altri. Questo è il caso dell’ananas.

In generale, quello che si vende in forma di estratto o integratore si riferisce agli enzimi estratti dai gambi o nuclei del frutto, dove hanno una concentrazione maggiore che nella polpa dello stesso.

Utilizzata ampiamente come un rimedio naturale per trattare una grande quantità di malattie e disturbi, dall’indigestione fino alle allergie, l’ananas non solo è colma di questo enzima, ma anche di vitamina C, vitamina B1, potassio, manganese e fitonutrienti. Mentre l’ananas ha molti benefici, il vero segreto dei suoi poteri curativi è sicuramente l’enzima bromelina.

Importanza della Bromelina

L’importanza di rispondere alla domanda su cos’è la bromelina e di comprenderne l’importanza nell’organismo è dovuta al fatto che essa si presenta come un enzima vitale per il corretto funzionamento dell’apparato digerente e per il trattamento di alcuni disturbi.

Questo grazie alle proprietà che possiede, la maggior parte di queste, dimostrate scientificamente alla fine degli anni 90 da ricercatori di tutto il mondo.

Proprietà della Bromelina

I prodotti di bromelaina o bromelina contengono diverse proprietà benefiche per l’organismo, soprattutto per quanto riguarda i problemi gastrointestinali, essendo stata considerata tradizionalmente fondamentale per aiutare a sintetizzare le proteine nell’organismo.

Tuttavia, le ricerche degli ultimi anni hanno dato informazioni si altre importanti proprietà:

  • Riduzione del dolore
  • Migliorare la circolazione
  • Previene o diminuisce la comparsa della cellulite
  • Antinfiammatoria
  • Depurativa
  • Diminuisce la ritenzione di tutti i liquidi
  • Allevia le allergie
  • Riduce sindromi come la bronchite, artrite o asma
  • Potenzia il sistema immunitario
  • Aiuta in diete dimagranti
  • Può aiutare a prevenire il cancro

Di seguito spieghiamo in dettaglio tutte le proprietà e i benefici della bromelina:

AntinfiammatoriaProprietà antinfiammatoria della bromelina

La fama di questo enzima, in un primo momento, si è concentrata sulla sua capacità di inibire la produzione di prostaglandine infiammatorie, che ne hanno fatto un utile strumento per alleviare le infiammazioni, oltre ad essere considerato benefico per i lividi e per accelerare il processo di recupero dopo le operazioni chirurgiche.

Insieme a questo, si ritiene che l’enzima sia in grado di trattare lesioni muscolari come distorsioni e tendiniti, e ci sono anche ricercatori che sostengono che questa proprietà permette alla bromelina di aiutare contro l’infiammazione generata dal raffreddore da fieno.

D’altro canto, è raccomandata per la sinusite, perché aiuta nell’infiammazione dei seni paranasali e delle mucose.

DigestivaMiglioramento delle digestioni

La decomposizione delle proteine e la loro capacità di diminuire il livello di allergenicità dell’alito nell’intestino, contribuendo non solo a ridurre la possibilità di ingestione o bruciore di stomaco, ma anche per l’eliminazione di parassiti. Inoltre, si ritiene che agendo positivamente nella digestione, riesca a diminuire l’appetito e quindi, può essere un buon strumento per il mantenimento del peso.

La combinazione delle sue proprietà digestive e antinfiammatorie, amplia i benefici conosciuti della bromelina, dato che, è consigliata anche per trattare le flatulenze e alcuni dei sintomi dell’intestino irritabile.

Sedante

I numerosi benefici di questo enzima

Questa proprietà, insieme a quella antinfiammatoria, permette a questo enzima di alleviare il dolore e il gonfiore di lesioni fisiche, muscolari e articolari, rendendolo uno strumento per ridurre il disagio e i disturbi di artrite e osteoartrite.

Antibatterica

Azione antibatterica

Presenta la potenzialità di lottare contro le infezioni che si possono presentare nell’intestino e nello stomaco, come ad esempio l’helicobacter pylori, e come se non bastasse, si è dimostrata utile per combattere la bronchite e la polmonite.

Anticoagulante

Azione anticoagulante

Questa stessa proprietà, si considera utile per ridurre i problemi di circolazione del sangue che facilitano la formazione di varici ed emorroidi.

I benefici della Bromelina si espandono all’apparato circolatorio, riuscendo ad evitare la formazione di coaguli nei vasi sanguigni, diminuendo la possibilità di soffrire di malattie o condizioni come la trombosi.

Allergie

I prodotti aiutano la maggior parte delle persone con sintomi come naso chiuso o che cola, prurito agli occhi, gonfiore dei linfonodi, congestione e difficoltà a respirare.

Uno studio ha prodotto alcuni risultati interessanti che hanno portato ad informazioni, come la bromelina che riduce la sensibilizzazione allergica e blocca lo sviluppo di altre risposte infiammatorie che colpiscono le vie respiratorie. Infatti, può aiutare a prevenire le allergie curando la causa alla radice: un sistema immunitario iperattivo e ipersensibile. In uno studio è stato osservato che le cellule dendritiche CD11c e le cellule presenti nell’antigene DC44 sono state tenute a bada con l’integrazione di bromelina, segno che questo enzima è in grado di attaccare la causa di fondo dell’asma e delle allergie.

Sinusite

I ricercatori dell’Università di Colonia in Germania hanno accettato, in una ricerca, dodici pazienti che avevano già subito un intervento chirurgico ai seni paranasali e li hanno trattati con la bromelina per tre mesi. Hanno scoperto i seguenti benefici della bromelina nelle informazioni fornite successivamente: i punteggi totali dei sintomi sono migliorati, i punteggi della rinoscopia totale sono migliorati, la qualità complessiva della vita è migliorata e non sono stati riportati effetti collaterali.

Poiché la chirurgia può spesso essere inefficace nel trattamento della sinusite, questa ricerca porta molta speranza alle persone che soffrono di problemi cronici dei seni paranasali.

Bromelina per il recupero da infortuni

Recupero da lesioni e operazioni

La bromelina contiene anche proprietà antinfiammatorie che la convertono in una grande alternativa naturale ai farmaci analgesici, come l’aspirina.

In uno studio che valutava la guarigione di un intervento orale, la maggior parte dei pazienti sottoposti a questo intervento presentarono sintomi postoperatori significativi e, purtroppo, gli antibiotici e gli analgesici non sono sempre efficaci nel prevenire infezioni o altri disturbi durante il processo di guarigione. Delle 80 persone che parteciparono allo studio fornito nelle informazioni, quelli a cui vennero prescritti prodotti di bromelina riportarono dolore postoperatorio, infiammazione e anche arrossamento “significativamente inferiori”, rispetto al gruppo di controllo a cui venne prescritto un analgesico generico.

Perdita di Peso

Alcuni studi hanno scoperto che la bromelina aiuta a diminuire la proteina che lega gli acidi grassi adipociti, la sintasi degli acidi grassi e la lipoproteina lipasi. Può inibire anche l’adipogenesi (differenziazione cellulare che può contribuire alla formazione di cellule grasse) e ridurre l’accumulo di trigliceridi.

Tuttavia, non si tratta di un effetto del tutto verificato, in quanto non sono in corso molte ricerche sui suoi possibili effetti benefici. Ciò che è chiaro è che una delle informazioni che gli specialisti danno nelle diete di perdita di peso è l’assunzione di ananas, il frutto tropicale che contiene più bromelina.

Bromelina per le diete di perdita di peso

Altri Benefici della Bromelina

Ad un livello minore, la bromelina possiede proprietà antitumorali, antiedematose, mucolitiche e regolatrici.

Inoltre, gli studi condotti sui benefici della bromelina ritengono che possa aiutare a ripristinare l’equilibrio nell’acidità dello stomaco e l’alcalinità nell’intestino tenue, trattare le ustioni di primo e secondo grado e, infine, è considerata per rafforzare il sistema immunitario.

Come consumare la Bromelina?

È importante stabilire che da un lato, il modo migliore per consumare la bromelina, se si cerca di mantenere la salute dell’organismo, è attraverso la frutta, poiché può essere considerata la dose ideale di questo enzima, il suo consumo è limitato e non presenta alcun problema.

Come assumere la bromelina

È grazie a tutti i benefici della bromelina, che la sua forma di consumo e il suo modo di utilizzo si è ampliato con il passare degli anni.

Deve essere chiaro, che nel caso di scegliere l’ananas, questo non deve essere stato sottoposto a nessun tipo di processo industriale o chimico.

Che quantità consumare?

La dose più comunemente prescritta nelle informazioni fornite dagli specialisti varia tra i 500 e gli 800mg di questi prodotti al giorno. Le dosi di bromelina a seconda della condizione che si sta trattando sono:

  • 400mg al giorno per artrite
  • 1.000mg al giorno per allergie
  • 500mg tre volte al giorno per il recupero da operazioni e/o lesioni

Si consiglia di prendere prodotti di questo tipi a stomaco vuoto, eccetto quando si cerchi un miglioramento digestivo, caso in cui si devono assumere con i pasti.

Integratori di Bromelina

Sia gli integratori di bromelina che le creme e gli unguenti sono stati creati per uso esterno, al fine di estenderne i benefici, ma è importante consultare sempre un medico prima di iniziare il loro consumo.

Nel caso di integratori in capsule, dipenderà da ciò che si cerca di ottenere con questi, sia per trattare problemi fisici come disturbi muscolari o benefici nell’organismo, come il miglioramento del processo digestivo.

Formati degli integratori di bromelina

Nel caso di uso topico, per il trattamento di distorsioni, dolori e anche bruciature, si consiglia che la sua percentuale di concentrazione sia del 2%.

Con quali altri integratori si può prendere la Bromelina

Con il fine di amplificare gli effetti per l’organismo, alcuni studi affermano che, questo enzima naturale che fa assimilare meglio le proteine, può essere mescolato con altri prodotti come la  quercetina o la curcuma.

La quercetina è un flavonoide antiossidante presente in bevande e alimenti come vino, tè verde, cavolo e mirtilli. Aiuta a combattere i radicali liberi e ha capacità anivirali, antimicrobiche, antinfiammatorie e antiallergiche.

La curcuma è una poderosa spezia antinfiammatoria naturale che si utilizza per mitigare problemi come l’artrite e anche trattamenti come la chemioterapia.

Altri studi sulla Bromelina

In studi, la bromelina ha dimostrato di avere effetti antitumorali naturali, tra cui la promozione della morte cellulare apoptotica e la prevenzione della crescita tumorale. È stato dimostrato in studi su animali che può indurre la produzione di diverse citochine, che ha un’efficacia antimetastatica e che inibisce le metastasi riducendo l’aggregazione piastrinica.

Essendo un composto naturale, conta su una proprietà che solo i prodotti naturali hanno: la citotossicità selettiva, con cui si uccidono le cellule tumorali senza colpire le altre cellule sane.

Come assistente per prevenire il cancro, non si raccomanda di eliminare qualsiasi altro trattamento che si può ricevere contro la malattia, ma è un contributo naturale quello della bromelina a queste situazioni di malattia.

Controindicazioni della Bromelina

Gli studi sulla bromelina, da ciò che è la bromelina fino al modo in cui viene consumata, non hanno dimenticato l’importanza del suo corretto utilizzo. A causa della quantità di proprietà che possiede, il suo uso improprio potrebbe causare inconvenienti.

È importante che questo enzima sia consumato sotto la consulenza e l’osservazione medica per prevenire emorragie o l’insorgenza di condizioni mediche, ad esempio, è vietata la sua combinazione con farmaci anticoagulanti come l’aspirina.

Effetti collaterali della bromelina

D’altra parte, si considera anche inadatta per i pazienti con disfunzioni renali o del pancreas, o per le persone allergiche all’ananas, perché la componente che tende ad essere più respinta dall’organismo è la bromelina.

È importante chiarire che questo enzima può generare certi effetti collaterali, i quali devono essere consultati con uno specialista per poterli identificare, come ad esempio nausea, diarrea, ipersensibilità e metrorragia.

Chi non deve prendere Bromelina?

La bromelina ha dimostrato di essere generalmente sicura se assunta in dosi moderate, anche se le informazioni preliminari collega un aumento della frequenza cardiaca in relazione all’uso di questi prodotti.

Non devono assumerla:

  • Persone con una infiammazione al rivestimento dello stomaco
  • Donne incinta o in allattamento
  • Bambini
  • Persone con malattie renali o epatiche
  • Precauzione nei casi in cui si assumono farmaci anticoagulanti

Fonti

  1. https://www.enbuenasmanos.com/propiedades-de-la-bromelina
  2. “Obtención de bromelina a partir de los deshechos de la piña” Universidad Nacional de Colombia 1992.
  3. https://www.globalhealingcenter.net/salud-natural/bromelina.html
  4. “Biotecnología alimentaria” Noriega Editores 2004
  5. “Técnico especialista en laboratorio de atención primaria” Instituto Catalán de Salud, Editorial: MAD 2006
  6. “La farmacia Natural” James A. Duke, Editorial: Rodale 1997
  7. Kelly, G.S. Bromelain: A Literature Review and Discussion of its Therapeutic Applications. November 1, 1996
  8. Pavan R, Jain S, Shraddha, Kumar A. Properties and therapeutic application of bromelain: a review. Biotechnol Res Int. 2012;2012:976203. doi: 10.1155/2012/976203. Epub 2012 Dec 10.
  9. Maurer HR. Bromelain: biochemistry, pharmacology and medical use. Cell Mol Life Sci. 2001 Aug;58(9):1234-45.
  10. Pillai K, Akhter J, Chua TC, Morris DL. Anticancer property of bromelain with therapeutic potential in malignant peritoneal mesothelioma. Cancer Invest. 2013 May;31(4):241-50. doi: 10.3109/07357907.2013.784777. Epub 2013 Apr 9.
  11. K.Pillai, A.Ehteda, J.Akhter, T.C.Chua, D.L.Morris. Anticancer effect of bromelain alone and in combination with cisplatin or fluorouracil on malignant peritoneal mesothelioma cells. European Journal of Cancer. Volume 50, Supplement 4, May 2014, Page e66.
  12. Hale LP, Greer PK, Trinh CT, Gottfried MR. Treatment with oral bromelain decreases colonic inflammation in the IL-10-deficient murine model of inflammatory bowel disease. Clin Immunol. 2005 Aug;116(2):135-42.
  13. Singh T, More V, Fatima U, Karpe T, Aleem MA, Prameela J. Effect of proteolytic enzyme bromelain on pain and swelling after removal of third molars. J Int Soc Prev Community Dent. 2016 Dec;6(Suppl 3):S197-S204. doi: 10.4103/2231-0762.197192.
  14. Eric R. Secor, Jr., Steven M. Szczepanek, Christine A. Castater, Alexander J. Adami, Adam P. Matson, Ektor T. Rafti, Linda Guernsey, Prabitha Natarajan, Jeffrey T. McNamara, Craig M. Schramm, Roger S. Thrall, and Lawrence K. Silbart. Bromelain Inhibits Allergic Sensitization and Murine Asthma via Modulation of Dendritic Cells. Evid Based Complement Alternat Med. 2013; 2013: 702196. Published online 2013 Dec 5. doi: 10.1155/2013/702196.
  15. Dave S, Kaur NJ, Nanduri R, Dkhar HK, Kumar A, Gupta P. Inhibition of adipogenesis and induction of apoptosis and lipolysis by stem bromelain in 3T3-L1 adipocytes. 2012;7(1):e30831. doi: 10.1371/journal.pone.0030831. Epub 2012 Jan 24.

Post Correlati

Content Protection by DMCA.com
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace il nostro HSNBlog?
HSN Newsletter
Be’, immagina le offerte del nostro negozio.

Lasciaci la tua mail e ti daremo accesso alle migliori promozioni per i nostri clienti


Desidero iscrivermi e accetto la politica di privacy