Glucosammina - Il rimedio naturale per il dolore alle articolazioni Blog di Fitness, Nutrizione, Salute e Sport | Blog HSN
Home / Integratori / Salute Articolare / Glucosammina – Il rimedio naturale per il dolore alle articolazioni
Glucosammina – Il rimedio naturale per il dolore alle articolazioni

Glucosammina – Il rimedio naturale per il dolore alle articolazioni

L’artrosi si produce quando la cartilagine delle articolazioni è danneggiata. La funzione della cartilagine è quella di servire da amortizzatore tra le articolazioni, pero quando questa è deteriorata, un osso sfrega con l’altro producendo disturbi, inflammazione e difficoltà nei movimenti. Qui entra in gioco la glucosammina.

Fino ad ora, l’unico sollievo dal dolore era un trattamento con farmaci anti-infiammatori (per esempio, Brufen, Orudis) o l’iniezione di steroidi (come il cortisone). Ma questo solo maschera i sintomi e allevia solo momentaneamente il dolore, sebbene il deterioramento del tessuto connettivo continui a prodursi.

Inoltre, la dose del farmaco deve aumentare allo stesso ritimo al quale aumenta il disturbo, conducendo ad una spirale senza via d’uscita. Questo origina altri problemi poichè le medicine hanno effetti secondari dannosi e possono causare un peggioramento rapido dell’artrosi.

Col passare degli anni l’unica soluzione consiste in impiantare, attraverso un’operazione, un’articolazione artificiale, ma neanche questo risolve il problema, poichè queste hanno una vita limitata e, con il tempo, hanno bisogno di essere sostituite nuovamente.

Una nuova visione della glucosammina e della condroitina

Gli integratori alimentari naturali hanno dato eccellenti risultati negli ultimi anni, fino al punto che, in molti casi, hanno potuto impedire il deterioramento causato dalla osteooartrosi e favorire anche una ricostruzione cartillaginea.

Questi integratori naturali includono una combinazione di glucosammina con solfato di condroitina, che sono sostanze che si formano in piccole qualtità in modo naturale nel nostro organismo attraverso gli alimenti che ingeriamo.

Sono numerosi gli studi che hanno dimostrato l’efficacia negli esseri umani e animali della glucosamina e del solfato di condroitina.

Si tratta di uno dei costituenti basici di tendini, cartilagini e legamenti, e garantisce la loro rigenerazione e ripristino.

Inoltre la glucosammina regola il liquido sinoviale di cui il corpo ha bisogno affinchè le articolazioni si muovano senza nessuna limitazione. Per questo è particolarmente importante per gli sportivi, in cui la tensione alle articolazioni è particolarmente elevata.

Con l’età la produzione di glucosammina nel nostro corpo diminuisce, rendendo necessaria l’assunzione di un integratore di glucosammina per mantenere la salute delle articolazioni

Cos’è la glucosammina?

  • La glucosammina è un amino-zucchero che si produce nel nostro organismo. Le sostanze necessarie per produrla, il corpo le assume attraverso gli alimenti che ingeriamo.
  • Questo ammino-zucchero si può trovare nel liquido sinoviale, nel tessuto connettivo e nella cartilagine.
  • È molto importante affinchè le unioni articolari si muovano senza dolore.
  • Regola anche la struttura della cartilagine in combinazione con la condroitina.

Come funziona la glucosammina?

Affinchè il tessuto cartilagineo sia sano devono compiersi 3 requisiti:

  • Acqua sufficiente per la sua idratazione e conservazione
  • I proteoglicani, per legarsi con l’acqua
  • Collagene, per mantenere i proteoglicani nella posizione corretta

I proteoglicani agiscono come una corda che avvolge il collagene, e sono molto importanti perchè possono immagazzinare varie volte il loro peso nell’acqua, lubrificando il collagene.

Glucosammina per la cartilagine

Se la cartilagine è danneggiata i filamenti della corda si indeboliscono e provocano “fughe” verso l’esterno, facendo si che il collagene perda la sua forza e che i protoglicani galleggino verso l’esterno, e smettano di stare fissi, per cui il tessuto cartillagineo non può ammortizzare i colpi e si lesiona completamente.

La glucosammina è un componente importante dei proteoglicani, che amano l’acqua. Oltre la sua funzione per favorire la sintesi dei protoglicani, la sua sola presenza suppone un importante stimolo per le cellule che producono proteoglicani. Di fatti la glucosamminaè un fattore chiave per determinare la quantità di proteoglicani che producono le cellule.

È stato dimostrato che la glucosammina accellera la produzione dei proteoglicani e del collagene e normalizza il metabolismo del tessuto cartilagineo evitando che si danneggi.

Grazie agli effetti della glucosammina sulla cartilagine, questa può aiutare l’organismo a riparare i danni della cartilagine rovinata e a rafforzare i meccanismi naturali di cura.

La glucosammina oltre a stimolare la generazione della cartilagine contribuisce anche a ridurre il fastidio e l’infiammazione.

Solfato di condroitina

Mentre la glucosammina aiuta a formare i proteoglicani situati all’interno del tessuto cartilagineo, il solfato di condroitina agisce come una “calamita per il liquido”.

La condroitina dà proprietà liquide alle molecole di proteoglicani. Questo è importante per due motivi:

  • Il liquido agisce come un ammortizzante spugnoso
  • I nutrienti liquidi circondano la cartillagine

La cartilagine articolare non ha somministrazione di sangue, per cui la sua unica lubrificazione proviene dal liquido sinoviale che la circonda. La pressione esercitata da questo è quella che stimola la produzione di liquido sinoviale. Senza il liquido articolare, la cartilagine sarebbe denutrita, secca, fine e fragile.

Effetto della condroitina

La condroitina è una molecola a catena lunga con una carica negativa. Allo stesso tempo in cui questa catena si avvolge intorno ai proteoglicani si respinge da sola e forma dei vuoti tra ognuno dei proteoglicani. Questa apertura si conosce come la matrice della cartillagine, nella quale fluisce il liquido.

Possono trovarsi fino a 10.000 di queste catene in una sola molecola di proteoglicani. Pertanto abbiamo un grande magazzino d’acqua, poichè queste catene fanno sì che le molecole stiano lontane le une dalle altre e che non possano unirsi tra di loro.

La condroitina ha le seguenti proprietà benefiche:

  • Protegge il tessuto cartilagineo, evitando il suo deterioramento e inibisce alcuni enzimi che decompongono la cartilagine.
  • Interferisce nel metabolismo di altri enzimi impedendo che il liquido della cartilagine si perda.
  • Stimola la produzione di proteoglicani, glucosammina e collagene.

Casi in cui si consiglia la glucosammina

  • Quando si realizzano attività sportive regolarmente
  • Con carattere preventivo nei casi diosteoartrosi incipiente o avanzata
  • Quando si soffre di mal di schiena cronico
  • Quando si soffre di disagio persistente alle articolazioni.
  • Con carattere preventivo contro l’osteoartrite incipiente o avanzata

Qui puoi leggere di più sugli integratori sportivi per corridori

Glucosammina per i corridori

Quali alimenti contengono glucosammina?

Attualmente sono molto pochi gli alimenti che contengono glucosammina. I pochi casi in cui il corpo umano può ottenere un glucosammina naturale è mangiando aragoste, gamberi, granchi o vongole. Per questo motivo assumere integratore alimentari di glucosammina è la migliore alternativa

Allergia ai frutti di mare

Poichè la maggior parte della glucosammina deriva dai frutti di mare (alcuni produttori offrono glucosammina di mais), devi consultare il tuo medico prima di iniziare il trattamento con glucosamina. Se la glucosamina proviene dal pesce puro è possibile teoricamente che le persone che soffrono di allergie ai frutti di mare non possano prendere la glucosammina.

Le persone con allergie ai frutti di mare reagiscono alle proteine contenute in questi alimenti. La glucosammina deriva dalla chitina, un carboidrato che proviene dai frutti di mare, per cui si raccomanda la supervisione di un medico prima di assumere la glucosammina nelle persone con allergia ai frutti di mare.

La raccomandazione ufficiale è, tuttavia, che le persone che sono allergiche ai frutti di mare dovrebbero evitare la glucosammina.

La glucosammina per l’artrosi

In principio nella medicina convenzionale esistevano poche medicine per il trattamento dell’artrosi.

Poi appaririono i FANS o NSAID farmaci antinfiammatori non steroidei. Questi nuovi componenti arrivarono ad essere molto utilizzati e attualmente figurano tra i farmaci più popolari come l’aspirina, ibuprofene e il naproxene sodico.

  • Anche se funzionano molto bene per trattare il dolore dell’artrosi presentano, tuttavia, alcuni effetti secondari molto gravi se si assumono durante un periodo di tempopiù lungo del necessario.
  • Tra questi effetti secondari possono prodursi dal sanguinamento dello stomaco, al collasso del tratto digestivo inferiore o insufficienza epatica.
  • In quel momento non si era a conoscenza che si poteva peggiorare l’artrosi attraverso l’amministrazione dei FANS o NSAID. Gli AINE agivano come la prima generazione di farmaci contro il COX-2, attraverso il blocco di un enzima chiamato COX-1.
  • Questa fu, in parte, il si usó per frenare i recettori del dolore come COX-1. Ma, sfortunatamente, il COX-1 è una molecola non specifica.
  • Dall’altra parte, affetta anche altri sistemi dell’organismo, come la digestione. Per tanto, coloro che assumono diariamente aspirina, ibuprofene o naprossene sono più propensi a soffire problemi di stomaco, o soffrire contusioni, dovuto al grado diluito del sangue poichè l’organismo è attaccato in questi aspetti, (insieme con il fastidio o l’infiammazione).

Dopo apparirono gli inibitori di COX-2, i farmaci che si consideravano “più selettivi”. Si tratta in generale di farmaci che hanno bisogno di ricetta medica (e constano molto di più che i FANS, di vendita libera). Marche come Vioxx e Celebrex raggiunsero la “fama” rapidamente tra i farmaci più prescritti.

Tuttavia questo è cambiato nell’attualità dovuto agli effetti secondari potenzialmente pericolosi della COX-2, al suo elevato prezzo e all’incapacità di produrre altri effetti che non siano solamente mascherare il dolore dell’artrosi. Per questo motivo da più di vent’anni negli Stati Uniti e in gran parte d’Europa (Germania, Italia, Portogallo e Spagna) si continua a studiare sulla glocosammina e sulla sua efficacia nella lotta contro l’artrosi negli esseri umani e negli animali.

Glucosammina in compresse

La glucosamina è diversa dai FANS o farmaci COX-2. La glucosammina agisce in forma completamente diversa rispetto FANS o farmaci COX-2, perchè è naturale.

La glucosamina rigenera il tessuto cartilagineo, i tendini e altri tessuti connettivi del corpo e agisce in blocco costruendo questi materiali e inibendo gli enzimi che distruggono la cartilagine, in particolare agisce contro l’artrosi. Quando il corpo non è opportunamente provvisto di glucosammina può sviluppare osteoartrosi. Questa malattia degenerativa che colpisce milioni di persone in tutto il mondo, è caratterizzata da un collasso o “shock” sulle articolazioni, in particolare di quelle sulle quali poggia il peso del corpo, come l’anca o il ginocchio.

Funziona naturalmente, evitando la distruzione del tessuto cartilagineo e calmando il dolore alle articolazioni, il gonfiore e la perdita di mobilità. Inoltre, la glucosammina non ha effetti collaterali dannosi, come quelli che producono i FANS o COX-2. E tutto questo senza menzionare il fatto che la glucosamina è molto più economica, ed ha un origine completamente naturale.

La glucosammina non può curare l’artrosi, però si può lenire molto positivamente il dolore alle articolazioni. Gli effetti della glucosammina agiscono dall’interno, idratando e proteggendo le articolazioni e curandole, invece di camuffare il problema, come succede con i FANS e COX-2, quindi anche se gli effetti della glucosammina siano molto più lenti ed efficaci e positivi rispetto ai medicinali.

D’altra parte, la glucosammina, oltre ad alleviare il disagio, protegge anche le articolazioni da un danno maggiore, impedendo che si producano future lesioni. È stato riscontrato che molti FANS possono arrivare effettivamente a danneggiare le articolazioni e causare un peggioramento dell’osteoartrite a causa di una degenerazione delle articolazioni, a differenza di quanto accade con la glucosammina, che agisce proteggendole.

Se hai bisogno di un sollievo immediato dal dolore, puoi assumere la glucosammina insieme ai FANS tradizionali (aspirina, ibuprofene, ecc) Con questi il dolore si calma temporaneamente. Ma la glucosamina oltre a ridurre il fastidio, rafforza anche la cartilagine. Bisogna tenere in considerazione che 1500 mg di glucosammina al giorno sono sufficienti, cosí come è stato dimostrato nella maggioranza dei casi clinici.

Molte persone riscontrano che la condroitina e l’MSM abbiano buoni effetti contro i fastidi dell’artrite.

Quando utilizzi un prodotto, leggi accuratamente i suoi ingredienti per vedere la sua composizione reale e la percentuale di glucosammina utilizzata

Dose raccomandata di glucosammina e somministrazione

La dose giornaliera raccomandata di glucosammina è di circa 1000mg.

Questa dose si ottiene assumendo un integratore alimentare. Questo può essere somministrato in una dose singola o in tre somministrazioni durante il giorno. Dovrebbe essere preso prima dei pasti con abbondante acqua.

Nel caso in cui la glucosammina sia somministrata con fini terapeutici deve essere presa per sei mesi.

Se si assume un integratore di glucosammina per la prima volta su base giornaliera, è possibile notare i suoi effetti positivi tra il primo e il terzo mese

Se vuoi comprare integratori di glucosammina, fallo al miglior prezzo su HSN.

Effetti collaterali della glucosammina

La glucosammina è un integratore alimentare che non ha nessun effetto collaterale e che non produce gli effetti dannosi che causano altri farmaci di COX-2 e AINE, come l’ibuprofene o l’aspirina. Cos’àltro devi sapere? Ha altri effetti collaterali che dovresti conoscere?

È completamente sicura la glucosammina?

In generale, la glucosammina è una sostanza molto sicura. È stata studiata clinicamente dagli anni 80, per cui si assume con piena sicurezza da più di venti anni. Se stai prendendo la glucosammina devi tenere in considerazione alcuni dati

La glucosammina e il diabete

I livelli di insulina possono oscillare con la glucosammina (acido cloridrico o solfato), soprattutto nel caso di diabetici. La glucosammina è tecnicamente un carboidrato (uno zucchero), ma il corpo non è in grado di convertire la glucosammina in glucosio. Pertanto, la glucosammina non fornisce alcuna ulteriore fonte diretta di glucosio.

In pazienti diabetici sono molti i fattori che possono portare ad un cambiamento dei valori nel sangue e, di conseguenza, è molto importante consultare il medico prima di iniziare il trattamento con glucosammina. È necessario stare molto attenti nel monitorare i livelli di glucosio nel sangue, mentre stai prendendo glucosammina. Cerca di restare aggiornato sulle ultime informazioni sulla glucosammina per diabetici

Mantenersi in allenamento durante la gravidanza

La glucosammina nelle donne in gravidanza e neonati

Le donne incinte dovrebbero evitare la glucosammina. Non ci sono abbastanza studi realizzati sui feti a lungo termine in grado di dimostrare chiaramente che la glucosammina è sicura al 100% per il feto in via di sviluppo. Non ci sono prove che suggeriscano che sia dannosa, ma è meglio essere completamente sicuri e non avventurarsi di fronte al dubbio.

Overdose di glucosammina

Quantità estremamente elevate di glucosammina (un multiplo della dose giornaliera) possono causare problemi digestivi che si traducono in diarrea o nausea. La glucosammina non deve essere assunta con i pasti, ma è meglio mischiarla con una bevanda.

Glucosammina, una storia di successi

Con l’eccezione delle avvertenze sopra citate, la glucosammina ha una lunga storia ed è considerata molto sicura, a differenza di quanto accade con i FANS o farmaci COX-2, che hanno una lunga storia di tossicità a lungo termine, conosciuta dai ricercatori.

È necessario essere consapevoli che l’aspirina contiene un avvertimento che fornisce solo un sollievo temporaneo (non permanente) dal dolore dell’osteoartrite. Anche gli inibitori COX-2, come  Celebrex, Vioxx, FANS e COX-2 hanno effetti collaterali dannosi e mascherano solamente il danno. Al contrario la glucosamina non è una sostanza estranea al corpo, ma completamente naturale e come tale si trova nelle articolazioni.

Quando si smette di assumere FANS o inibitori di COX-2 il dolore riappare rapidamente. La spiegazione è che il problema è sempre stato li ma il cervello non lo percepisce grazie gli effetti del farmaco.

Al contrario, la glucosammina fornisce effetti persistenti. Anche se si smette di assumerla, continuerai ad essere protetto per un determinato periodo di tempo. Assumere una dose giornaliera di glucosammina è il modo migliore per ridurre il più possibile, i problemi alle articolazioni e tenerle protette al massimo. La glucosammina è molto più efficace se si assume continuamente per un lungo periodo di tempo.

Assicurati di leggere la guida del prodotto di glucosammina, nella quale puoi trovare una revisione sui prodotti di glucosammina disponibili sul mercato, suddivisa in 9 categorie differenti in base al prezzo, qualità e formato. Potrai vedere quali sono i migliori prodotti disponibili e come sono classificati.

Ricerche cliniche sulla glucosammina

I risultati delle prove cliniche più recenti sono giunti alla conclusione che la glucosammina e la condroitina sono migliori degli analgesici.

Ogni volta è sempre maggiore l’interesse per cercare di superare le limitazioni che causa vivere con osteoartrite, ancor di più dovuto al fatto che i due dei farmaci piú importanti prescritti per il suo trattamento (Vioxx e Bextra) sono stati ritirati dal mercato. Due importanti studi clinici hanno dimostrato che la glucosammina e il solfato di condroitina sono più efficaci degli analgesici convenzionali.

Lo studio “MARCHA” (glucosammina/condroitina Arthritis Intervention Trial) informa dopo cinque anni di studi, test e analisi, che la combinazione della glucosammina e della condroitina è più efficace rispetto ai farmaci nel trattamento del dolore da moderato ad intenso al ginocchio a causa dell’osteoartrosi.

Sotto la direzione dell’NIH (National Institutes of Health), uno dei principali centri di ricerca medica, sono stati portati avanti in 13 università diversi studi clinici in parallelo controllati con placebo in doppio cieco su più di 1.500 pazienti con osteoartrosi.

Per 24 settimane, ogni partecipante ha ricevuto una dose giornaliera di:

  • Glucosammina e condroitina, una combinazione di entrambi
  • 200 mg di celecoxib, e enalgesico con ricetta
  • COX-2 farmaci (Celebrex)
  • o un placebo

I livelli di disagio dei pazienti sono stati valutati all’inizio dello studio e alla conclusione dopo quattro settimane.

Il risultato è stato che la combinazione di glucosammina e condroitina [entrambe le componenti principali del Flexicose] ridussero significativamente il dolore rispetto al placebo e Celebrex (celecoxib). Per la valutazione si utilizzò l’indice di dolore WOMAC (Western Ontario e McMaster indice di osteoartrosi).

Ricerche sulla glucosammina

Lo studio è stato finanziato da privati, senza vincoli con eventuali marchi commerciali di glucosammina.

Più o meno nello stesso tempo in cui si pubblicarono i risultati dello studio del GAIT dell’Università degli Stati Uniti fu pubblicato un altro studio europeo indipendente, sulla base di studi clinici, nel quale si dimostrarono gli straordinari vantaggi della glucosammina.

In questo studio europeo è stato riportato che il solfato di glucosammina potrebbe essere il trattamento più efficace nel trattamento dei sintomi di artrosi delle ginocchia.

Il Dr.Herrero-Beaumont, della Fondazione Jimenez Diaz di Madrid, comentó che la glucosammina era molto piú efficace del paracetamolo nel trattamento del danno alle articolazioni, a radice di uno studio in doppio cieco controllato condotto in modo casuale.

Lo studio è stato condotto in diversi ospedali scelti a caso per evitare che i risultati fossero influenzati, sia nel confronto con placebo sia con i farmaci genuini usati, per cui gli stessi medici non sapevano se i pazienti erano trattati con placebo o glucosammina. Questo fu uno studio pianificato in forma eccezionale, nel quale furono investite molte risorse e che ha dato ottimi risultati.

Uno studio di Efficacia (Guida) condotto sulla Glucosamine Unum in 13 cliniche differenti d’Europa e mise a confronto una dose giornaliera di 1500 mg di solfato di glucosamina, un’altra dose più grande di 3.000 mg, un farmaco senza ricetta medica, il paracetamolo (che di solito è Tylenol, Excedrin); e un placebo. Lo studio è stato effettuato su 318 pazienti.

Dopo 24 settimane, durante le quali i pazienti sono stati monitorati per valutare l’artrosi, lo studio dimostró chiaramente l’efficacia dell’integratore alimentare di glucosammina (anche con un  dosaggio più basso) nel migliorare la mobilità e il comfort dei pazienti.

Lo studio ha confermato che la glucosammina è più efficace (nella stessa dose giornaliera del Flexicose), rispetto all’analgesico più utilizzato, il paracetamolo

Opinione degli esperti sulla glucosammina

1. La glucosammina allevia il dolore di osteoartrite

I ricercatori della Creighton University in Nebraska, hanno usato la glucosammina per calmare i sintomi dell’osteoartrite. Nei loro studi hanno anche scoperto che la glucosammina ha un effetto inibitorio sullo sviluppo di questa malattia.

2. La glucosammina ferma la distruzione delle cartilagini

Uno studio condotto a lungo termine dal professore belga Jean-Yves Regnister, conferma che il consumo di glucosammina frena il danno delle cellule della cartilagine. Allo stesso tempo, lo studio verificò gli effetti che ha sulla rigenerazione di nuova cartilagine.

3. La glucosammina inibisce l’infiammazione

Laut Sven-David Mueller Nortmann ha verificato che uno degli effetti della glucosammina è che agisce impedendo la liberazione degli enzimi che distruggono la cartilagine e inoltre calma l’infiammazione articolare.

4. Rimedio per i dolori articolari e alla schiena

Altri studi hanno dimostrato che la glucosammina ha un effetto calmante sul dolore delle articolare e alla schiena. Questo ammino-zucchero è utile soprattutto come prevenzione negli atleti o persone in sovrappeso per evitare che aumenti la tensione nelle loro articolazioni.

Leggi di più qui sugli integratori per le articolazioni

Dati della glucosammina

  • È stata usata da sola o in combinazione con la condroitina per il trattamento dell’osteoartrosi. L’osteoartrosi è la principale causa di disabilità tra gli anziani. L’osteoartrosi è associata alla malattia della cartilagine articolare che provoca un cambiamento nella struttura delle articolazioni.
  • È un aminoacido, che è derivato dal glucosio e la e dalla glutammina è prodotta nel corpo in modo naturale.
  • È uno dei componenti principali di glicosamminoglicani, acido ialuronico e proteoglicani, che risulta essenziale per la formazione del tessuto cartilagineo.
  • Si tratta di un integratore alimentare dietetico usato per trattare l’artrosi, il mal di schiena, i dolori articolari e il glaucoma. La maggior parte degli studi sulla glucosammina sono stati realizzati su pazienti con osteoartrosi alle ginocchia.
  • La principale fonte di glucosammina negli alimenti sono i pesci e i frutti di mare, ma è anche disponibile la glucosammina lavorata.

Benefici della glucosammina sul dolore articolare

Effetti della glucosammina

  • Viene utilizzata per la sintesi delle glicoproteine, glicolipidi e glicosamminoglicani (anche chiamati mucopolisaccaridi) Questi composti, che contengono carboidrati, che si trovano nei tendini, legamenti, cartilagine, liquido sinoviale, membrane, mucose; così come nelle strutture dell’occhio, nei vasi sanguigni e nelle valvole del cuore.
  • È possibile ridurre l’attività catabolica mediante l’inibizione della sintesi degli enzimi proteolitici e delle altre sostanze che contribuiscono a danneggiare l’interno del tessuto cartilagineo.
  • Inibisce gli enzimi collagenasi che distruggono la cartilagine. Può avere un effetto positivo sulle cellule del collagene e può evitare la degradazione della struttura del tessuto cartilagineo.
  • La glucosammina ha anche effetti leggermenti anti-infiammatori.

Effetti collaterali della glucosammina

  • È molto ben tollerata. In uno studio condotto durante tre anni con una dose giornaliera di 1500 mg di glucosammina non sono stati osservati gravi effetti collaterali.
  • Il cloridrato di glucosamina è stato utilizzato in modo sicuro in studi condotti nell’arco di 24 settimane, in cui l’effetto collaterale più comune sono stati lievi disturbi digestivi.
  • Le persone con allergia ai crostacei dovrebbero evitare l’assunzione di integratori di glucosammina derivati dai frutti di mare, e invece dovrebbero assumere integratori vegetariani di glucosammina.
  • Vi era preoccupazione riguardo i livelli di insulina e i livelli di zucchero nel sangue. I test che sono stati condotti su persone in buona salute e persone obese con diabete di tipo 2, hanno mostrato che non si produce nessun effetto sui livelli di emoglobina A1C o glucosio dopo l’assunzione di integratori alimentari di glucosammina per 3 mesi.
  • Esisteva la preoccupazione che la glucosammina può aumentare i livelli di colesterolo e la pressione arteriosa. Tuttavia non è stato rilevato nessun effetto negativo sui livelli di colesterolo o pressione sanguigna in quelle persone che hanno assunto per tre anni integratori alimentari e dietetici di glucosammina.
Valutazione Glucosammina

Rimedio contro il dolore - 97%

Inibisce l'infiammazione - 99%

Senza effetti collaterali - 100%

Efficacia - 100%

99%

Valutazione HSN: Ancora Nessuna Valutazione !
Vedi Anche
MSM contro il dolore
MSM – l’aiuto contro il dolore, l’infiammazione e l’allergia

Indice1. Cos’è il MSM?2. Principali caratteristiche del MSM?3. Proprietà e Benefici del MSM4. Ottenimento del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace il nostro HSNBlog?
HSN Newsletter
Be’, immagina le offerte del nostro negozio.

Lasciaci la tua mail e ti daremo accesso alle migliori promozioni per i nostri clienti


Desidero iscrivermi e accetto la politica di privacy