Glutatione: Come prendere, Proprietà ed Effetti Collaterali Blog di Fitness, Nutrizione, Salute e Sport | Blog HSN
Home / Integratori / Antiossidanti / L’importanza del glutatione per l’organismo
L’importanza del glutatione per l’organismo

L’importanza del glutatione per l’organismo

Il glutatione è una proteina che è prodotta dal corpo e protegge ogni cellula, tessuto e organo dai radicali liberi e delle malattie. Il glutatione è formato da tre aminoacidi: glicina, acido glutammico e cisteina.

Funzioni principali del glutatione

  • Azione sul sistema immunitario
  • Disintossicazione dell’organismo
  • Protezione contro la radiazione: il glutatione può aiutare a riparare le cellule danneggiate dallo stress, radiazione, contaminazione e alcune malattie.

La funzione più nota del glutatione è la sua azione disintossicante, soprattutto a livello epatico e renale. Il meccanismo attraverso il quale questo effetto viene realizzato è la coniugazione di prodotti da eliminare. Inoltre, grazie alla sua struttura chimica, aiuta a ridurre gli agenti ossidanti donando un elettrone, rendendolo un ottimo antiossidante.

D’altra parte, il suo ruolo sul sistema immunitario è molto importante, modulando la risposta dei linfociti contro sostanze estranee al nostro organismo, aumentando la produzione di citochine e favorendo quindi una migliore difesa.

Glutatione per lo stress

Glutatione nell’organismo

Ogni giorni il corpo è esposto a numerosi fattori che suppongono una diminuzione delle sue riseve di glutatione: stress, contaminanti, radiazioni, infezioni, batteri, lesioni, farmaci, alimentazione inadeguata, invecchiamento, sport…

Tutti questi fattori stressanti fanno si che le quantitá di glutatione che produce il nostro corpo si riducano, pertanto siamo più predisposti all’apparizione di danni cellulari, invecchiamento e, a lungo termine, diverse malattie.

Per compensare questo deficit si raccomanda l’assunzione di integratori di glutatione.

Possiamo anche aumentare la sintesi di glutatione in forma endogena assumendo integratori di N-acetilcisteína o N-acetil-L-cisteína che è il principale precursore del glutatione.

Studi e ricerche

Fino a poco tempo fa, gli scienziati pensavano che il glutatione non poteva essere assimilato correttamente dal nostro organismo, poichè, per elevare il suo livello nell’organismo la cosa migliore era assumere precursori come N-acetil cisteina (NAC) e sostanze come l’acido alfa-lipoico.

Studi recenti, dimostrano che il glutatione si può assimilare correttamente in dosi significative, che significa che gli integratori di questa sostanza sono un’alternativa giustificata e ben diretta per stimolare i suoi livelli nelle cellule.

La maggior fonte di glutatione è l’acetil glutatione che, essendo stabile, non si elimina dal tratto digestivo, e si divide per tutte le cellule del corpo.

Avocado come fonte di glutatione

Alimenti con glutatione

  • Verdure: Gli asparagi sono una fonte particolarmente ricca di glutatione. Contengono 26mg di glutatione per 100g. La maggior parte delle verdure crude fornisce questo nutriente. Zucca, con 14mg, broccoli con 8mg, patate con 13mg, e pomodori con 11mg, il tutto per 100g di servizio.
  • Frutta: Tra i frutti, l’anguria è una delle migliori fonti di glutatione. Ha 28mg per 100g di servizio. Le fragole contengono 12mg, il pompelmo 15mg, le arance 11mg e le pesche 7mg per 100g di servizio. Anche l’avocado fornisce 31mg per 100g.
  • Frutta secca: Le noci forniscono 15mg per 100g di servizio.
  • Pesce, pollame, carne rossa: Forniscono circa 10mg per 100g di servizio.

Benefici del glutatione

  • Rallentamento del processo di invecchiamento
  • Combatte il danno dei radicali liberi nelle cellule
  • Funzione epatica
  • Prevenzione dal cancro
  • Miglioramento dei sintomi del morbo di Parkinson
  • Disintossicazione del fegato
  • Aumenta l’energia, permettendo un incremento dell’esercizio
  • Migliora le funzioni mentali e la concentrazione

Vuoi completare i livelli di glutatione del tuo organismo con integratori? Clicca qui per comprare integratori di glutatione nel negozio online di HSN

Radicali liberi

I radicali liberi sono strutture chimiche in grado di esistere indipendentemente e che hanno uno o più elettroni non accoppiati nel loro orbitale più esterno, o quello che è lo stesso in un linguaggio meno tecnico, sono sostanze che reagiscono molto facilmente di fronte a composti cellulari o tissutali. Come ho detto nel paragrafo precedente, i radicali liberi possono provenire dall’esterno o essere generati nel nostro organismo.

Fumo di tabacco e radicali liberi

Tipi di radicali liberi

Tra i radicali esogeni troviamo:

  1. Infiammazione
  2. Fumo di sigaretta
  3. Esercizio
  4. Inquinanti atmosferici
  5. Radiazione (ionizzante, UV, particelle)
  6. Farmaci (anestetici, antimicrobici, anticancerogeni)
  7. Dieta ricca in PUFA
  8. Ischemia
  9. Xenobiotici

Mentre tra i radicali endogeni troviamo:

  1. Piccole molecole citosoliche: catecolamine (adrenalina, noradrenalina), flavine, tetraidropterine, quinone, tioli e difenoli
  2. Emoglobina e mioglobina
  3. Proteine enzimatiche (MAO, aldeide ossidasi, cicloossigenasi)
  4. Perossisomi: organuli che formano H2 O2,dunque hanno molta ossidasi
  5. Catena di trasporto elettronico mitocondriale

Come riassunto, il meccanismo sarebbe il seguente:

Produzione di radicali liberi (specie ossigeno attivo)

Interazione con proteine, lipidi, acidi nucleici e carboidrati

Alterazione del metabolismo cellulare. Danno subcellulare

Alterazione dell’omeostasi cellulare

Invecchiamento e malattia

Glutatione per l'antinvecchiamento

La maggior parte dei problemi legati alla salute si associano all’esposizione dei radicali liberi

Esempio di danni che provocano i radicali liberi

  • La α-1-antiproteasa contrasta l’attività proteolitica dell’elastasi e protegge il tessuto polmonare per la distruzione dell’elastina.
  • I radicali liberi del fumo di tabacco inattivano l’α-1-antiproteasi e questo potrebbe essere correlato all’enfisema polmonare. Ciò è di grande importanza per i fumatori, in quanto il fumo di tabacco aumenta i radicali liberi, che si aggiungono alle sostanze della sigaretta, aumenta la probabilità di mutagenesi e, di conseguenza, di cancro.
  • Un’altra malattia che in certa misura si deve ai radicali liberi è l’artrite reumatoide dato che la presenza di questi radicali depolimerizza l’acido ialuronico perdendo la sua azione lubrificante.

Come agisce il glutatione?

Il glutatione agisce diminuendo i livelli di radicali liberi neutralizzandoli, grazie in gran parte, al suo gruppo tiol (-SH) per lo zolfo.

Tuttavia, come vedremo più avanti, non tutti i radicali liberi si devono evitare

Il problema sta nel fatto che siamo attualmente soggetti ad una quantità molto elevata di radicali liberi sia da pesticidi, tabacco, stress, cattiva alimentazione, atmosfera… ecc.  Questo tende a peggiorare con l’età, dato che i nostri livelli di glutatione e delle difese diminuiscono [1], per questo motivo, quelle persone con bassi livelli di glutatione (come i malati di AIDS) possono beneficiare dell’integrazione di glutatione [2], qualcosa che apre le porte in malattie legate a ↓glutatione come l’artrite reumatoide, il morbo di Parkinson, epatite, cirrosi epatica, shock settico e diabete.

NAC come precursore del glutatione

Una delle sostanze che aiutano ad aumentare i livelli di glutatione è la n-acetilcisteina (NAC) essendone precursore, anche se si è visto che può aiutare anche come terapia per la schizzofrenia e il disturbo bipolare [3].

Il NAC è noto per essere usato come trattamento per alcune condizioni polmonari legate al muco, anche se si ritiene che in combinazione con il selenio possa aumentare la produzione di testosterone.

Risultati dello studio con NAC

O anche, aumentare la quantità di spermatozoi.

Risultati dello studio con NAC - 2

Un altro studio [4] ha dimostrato che le persone che consumavano più cisteina (l’aminoacido che forma il glutatione) insieme alla teanina aumentavano i livelli di natural killers, delle cellule del sistema immunitario che distruggono le cellule danneggiate o infette.

Risultati dello studio con cisteina

Non tutti i radicali liberi sono nocivi

Tuttavia, come ho detto all’inizio, non tutti i radicali liberi hanno un effetto nocivo sul nostro organismo. L’esercizio fisico è un potente stimolatore dei radicali liberi, ma il suo effetto è benefico perché alcuni di questi radicali influenzano il recupero e l’adattamento muscolare.

Alcuni test hanno evidenziato che antiossidanti come vitamina C o E diminuiscono l’ambiente benefico creato dallo stesso esercizio [6]. Sebbene non vi siano studi sul glutatione e sul suo effetto a livello sportivo, credo che l’effetto sarebbe molto simile a quello del resto degli antiossidanti, dato che agisce attraverso gli stessi mediatori (proteine UCP).

Grafico sui radicali liberi

Tuttavia, sono rimasto molto colpito nel vedere che in alcuni gruppi di persone che svolgono HIIT, l’assunzione di antiossidanti può aumentare la perdita di grasso del 60%:

Risultati del consumo di antiossidanti

Grafico riportato da Dr.Andro

Questo può essere dovuto alla migliore funzione mitocondriale. Ricordate che i mitocondri sono il “forno” cellulare dove viene generata l’energia. Anche così, e a livello personale, non consiglio di abbassare i livelli di IL-6 (cosa che avviene con gli antiossidanti) in quanto ha effetti interessanti sul tessuto adiposo, come l’aumento dei livelli di adiponectina, favorendo l’uso di grassi a livello muscolare, che permette una maggiore flessibilità metabolica.

Proprietà del glutatione

Antiossidanti

Il glutatione svolge un ruolo molto importante nella difesa dell’organismo di fronte allo stress ossidativo.

Ha la capacità di catturare particole reattive prima che possano danneggiare strutture cellulari come il DNA e RNA, proteine o membrane.

La forma ridotta di glutatione neutralizza la maggior parte dei radicali liberi e particelle rattive di ossigeno,come il radicale idrossilo, superossido e radicali di acidi grassi.

Il glutatione ha anche la capacità di “riciclare altri antiossidanti“. Puó tornare ad attivare le forme ossidate di vitamina C, E, acido alfa lipoico e coenzima Q10. Grazie al glutatione, questi antiossidanti possono tornare as essere adatti per usarsi.

Disintossicanti

Il glutatione permette la disintossicazione dalle sostanze xenobiotiche. Il glutatione ha la capacità di unirsi al fegato a tossine liposolubili, come metalli pesanti, solventi e qualche pesticida, questi diventano idrosolubili oerchè possano eliminarsi attraverso l’orina.

Questo è dovuto al fatto che il glutatione ha componenti di zolfo. Questo zolfo forma una sostanza appiccicosa che permette alle tossine aderire a questa, essendo trasportate attraverso l’organismo fino a che si eliminano.

È stato dimostrato che il glutatione è la sostanza che produce la disintossicazione diaria nel fegato.

Il fegato è il maggior deposito di glutatione. Vari studi dimostrano che, bassi livelli di glutatione, possono repercutere negativamente nella funzione epatica.

Glutatione per rinforzare il sistema immunitario

Certe malattie (epatite, cirrosi o danni epatici per consumo di alcool) e, sopratutto la vecchiaia, fanno si che il fegatosi carichi troppo e possa soffrire danni impedendo che si produca una disintossicazione ottimale dell’organismo.

Un integratore di glutatione fa si che queste tossine si eliminino, potenziando cosí la salute dell’organo epatico.

Sistema immunitario

Il glutatione rafforza il sistema immunitario e rafforza le difese di fronte a tutti i tipi di patologie.

Il sistema immunitario si trova costantemente “cacciando” agenti patogeni e antigeni estranei (virus, batteri, funghi, parassiti, cellule pre-cancerogene, ecc.) che possono provocare danni alle cellule, tossicità e diverse malattie.

Per eliminare questi patogeni, l’organismo ha bisogno di avere un adeguato livello di glutatione poichè agisce come “combustibile” per le cellule di difesa del sistema immunitario.

Il glutatione promuove la corretta attività e moltiplicazione dei nostri linfociti (cellule bianche del sangue). Dopo essere entrati in contatto con l’antigene, i linfociti devono moltiplicarsi molto rapidamente e sopratutto, di creare anticorpi e interleucine e per questo hanno bisogno di glutatione.

Si è dimostrato clinicamente che il glutatione è molto importante per proteggere il corpo dalle infezioni, dalle malattie autoimmuni gravi incluso il cancro.

Un sistema immunitario sano e forte è essenziale per prevenire malattie autoimmuni, come le tiroidite, lupus, psoriasi, e molte altre.

Gli studi effettuati sulla relazione tra il glutatione e il sistema immunitario hanno dimostrato che il glutatione può aiutare, incluso, il trattamento di patologie gravi, come HIV.

Come assumere Glutatione

Gli studi dimostrano che l’assunzione consigliata è di 250mg/giorno, poiché assunzioni più elevate (come 1g) non hanno mostrato maggiori benefici. Attualmente, è stato osservato che l’introduzione di glutatione attraverso le vie di somministrazione diretta o attraverso i cerotti, sono superiori alla via orale quando si devono aumentare i livelli plasmatici di glutatione, rendendolo uno strumento di interesse in ambito ospedaliero.

Come assumere il glutatione

Quando assumere Glutatione

Può essere preso in qualsiasi momento della giornata, in quanto non è un composto di natura lipidica. Tuttavia, poiché la L-cisteina si degrada nel tratto gastrointestinale, sarebbe consigliabile evitare di introdurla con farmaci o antinutrienti che influenzano l’assorbimento di questo aminoacido.

Chi può assumere Glutatione

Il glutatione è una sostanza sicura, dato che è prodotta addirittura dal nostro organismo a partire da aminoacidi come glicina, acido glutammico o cisteina.

L’integrazione con un tale composto può essere di interesse per coloro il cui sistema immunitario è soppresso, o anche nei casi in cui le riserve di glutatione possono essere ridotte, come per l’esposizione a metalli pesanti o anche a farmaci.

Chi può assumere il glutatione?

Carenza di glutatione

La carenza di glutatione non si limita ad una determinata età o stile di vita, ma qualsiasi persona può soffrirne, anche seguendo una dieta sana ed equilibrata.

Bassi livelli di glutatione possono produrre molti problemi per la salute, come il TDAH, la sclerosi multipla, il dolore delle articolazioni, la fibromialgia e il diabete.

Gli integratori di glutione sono una forma efficace di aumentare i livelli di questa preziosa molecola nel corpo e proteggerlo dal rischio di soffrire tutti i tipi di problemi e patologie gravi. Le persone che si ammalano spesso devono tenere presente che possono soffrire una carenza di glutatione, per cui l’assunzione di integratori di glutatione è una soluzione molto raccomandabile.

Effetti collaterali del glutatione

È molto raro che il glutatione presenti effetti collaterali. A volte si è osservato un leggero dolore addominale e nausee.

D’altra parte, si crede che questa assunzione prolungata durante molto tempo, possa produrre una riduzione dei livelli di zinco. Per questo motivo, si consiglia si assumere anche integratori di zinco sempre che si stia assumendo glutatione. Non si sa se l’assunzione di glutatione sia sicura in gravidanza, per cui, per evitare rischi, è preferibile non asumerlo.

Interazioni del glutatione

Il glutatione si considera un integratore totalmente sicuro.

Non esistono interazioni conosciute del glutatione con altre sostanze. Ma si raccomanda di consultare con il medico si stanno assumendo altri farmaci o sostanze.

L’alcool riduce i livelli di glutatione, per cui devono evitare di assumere alcool mentre si assume glutatione, poichè potrebbe annullare i suoi effetti.

Molte persone assumono anche N-acetil-L-cisteina (NAC), una forma di cisteina, insieme al glutatione.Si è anche dimostrato che il cardo mariano aumenta i livelli di glutatione, per cui l’ingesta delle tre sostanze insieme garantisce dei buoni livelli di glutatione.

Conclusioni

In sintesi, l’integrazione di NAC o glutatione in alcuni gruppi di persone come fumatori, persone con un basso sistema immunitario o anche come prevenzione legata a problemi di cancro può essere un’opzione eccellente.

Se vogliamo potenziare questo integratore, dobbiamo accompagnarlo con l’esercizio fisico quotidiano, se possibile ad alta intensità. A causa dell’interazione di questo antiossidante con l’allenamento, l’ideale è allontanarlo dal pre-post workout, quindi se ci si allena al mattino lo si può prendere la sera o viceversa.

Fonti Bibliografiche

  1. Glutathione levels in health and sickness.Kharb S1, Singh V, Ghalaut PS, Sharma A, Singh GP.
  2. N-acetilcisteína repone glutatión en la infección por VIH.De Rosa SC 1 , Zaretsky MD , Dubs JG , Roederer M
  3. N-acetylcysteine in psychiatry: current therapeutic evidence and potential mechanisms of actionOlivia Dean, BS
  4. Cystine and theanine supplementation restores high-intensity resistance exercise-induced attenuation of natural killer cell activity in well-trained men. Kawada S1, Kobayashi K, Ohtani M, Fukusaki C.
  5. Uncoupling proteins and the control of mitochondrial reactive oxygen species production.Mailloux RJ1, Harper ME.
  6. Free radicals in exhaustive physical exercise: mechanism of production, and protection by antioxidants.Viña J1, Gomez-Cabrera MC, Lloret A, Marquez R, Miñana JB, Pallardó FV, Sastre J.
  7. Vitamin C and E supplementation hampers cellular adaptation to endurance training in humans: a double-blind randomized control trial
  8. Role of IL-6 in Exercise Training-and Cold-Induced UCP1 Expression in Subcutaneous White Adipose Tissue.
  9. Antioxidants that protect mitochondria reduce interleukin-6 and oxidative stress, improve mitochondrial function, and reduce biochemical markers of organ dysfunction in a ratmodel of acute sepsis

Link Correlati con la tematica:

Valutazione Glutatione

Alimenti con Glutatione - 100%

Disintossicante - 100%

Come assumere - 99%

Efficacia - 100%

100%

Valutazione HSN: Ancora Nessuna Valutazione !
Content Protection by DMCA.com
Vedi Anche
Quercetina per la salute cardiovascolare
Quercetina – Antiossidante naturale per dilatare l’invecchiamento

La quercetina è una sostanza ad altissimo potere antiossidante alla quale sono attribuite notevoli proprietà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace il nostro HSNBlog?
HSN Newsletter
Be’, immagina le offerte del nostro negozio.

Lasciaci la tua mail e ti daremo accesso alle migliori promozioni per i nostri clienti


Desidero iscrivermi e accetto la politica di privacy