Il Glutine Influisce sul Cervello? - Quali sintomi Povoca?
Home / Salute e bellezza / Buone abitudini / Il Glutine Influisce sul Cervello?
Il Glutine Influisce sul Cervello?

Il Glutine Influisce sul Cervello?

Ci sono persone che dopo aver mangiato sperimentano una sensazione di annebbiamento, non riescono a concentrarsi né a pensare con lucidità. In generale, si sentono come se avessero consumato qualche tipo di droga, arrivando addirittura a pensare di essere nello stadio iniziale di una malattia mentale, come la demenza. 

In alcuni casi, dietro questi sintomi e disagi, che si ripetono per anni, si nasconde un’intolleranza al glutine, dato che il glutine è più  dannoso per la salute di quanto si pensi.

Il glutine provoca malattie?

Ci sono molte informazioni rispetto alla demenza senile, il morbo di Alzheimer o la sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHD). Ma è molto difficile trovare informazioni relative al  glutine o celiachia, ma anche su come gli alimenti contenenti glutine confondono o stordiscono una persona affetta da sensibilità al glutine o la celiachia, con conseguente mancanza di attenzione e lucità mentale.

Il fatto che il cervello sia confuso non ha niente a che fare con i sintomi del morbo di Alzheimer, né con la demenza, depressione e altri disturbi mentali, nonostante le somiglianze che ci possono essere tra i sintomi.

glutine malattie

La medicina tradizionale non ha prestato sufficiente attenzione ai sintomi che provoca il glutine nel corpo

Il Glutine può produrre confusione mentale?

Ci sono molte persone che passano molti anni della vita in una specie di nebbia mentale, non sono capaci di concentrarsi, né possono elaborare correttamente le informazioni nel lavoro o negli studi. Questa stiauzione può verificarsi varie volte al giorno o addirittura di più, tuttavia le cause che la producono sono ancora sconosciute.

glutine lucidità mentale

I disturbi possono essere legati agli alimenti ingeriti, come potrebbe essere una  proteina contenuta nel pane della colazione, nella pasta del pranzo o della cena  

Il Glutine ti offusca il cervello?

Tutti gli alimenti che contengono glutine provengono dal grano dei cereali. Il glutine è una proteina che si trova, nella maggior parte dei casi, nei cereali come grano, segale, avena e orzo. Il glutine può scatenare i sintomi sopra descritti, soprattutto nelle persone più sensibili.

Ciò si deve ad alcune reazioni nel cervello che alterano il delicato equilibrio degli ormoni e di alcuni elementi chimici.

Come conseguenza di tutto ciò, possono manifestarsi diversi problemi psicologici, ma che, nella maggior parte dei casi, causano semplicemente confusione mentale subito dopo ogni pasto a base di glutine.

nebbia mentale glutine

In molti casi questa confusione mentale è dovuta all’intolleranza o allergia al glutine  

Glutine, la droga del grano

Il glutine è molto difficile da digerire. In molti casi i suoi  aminoacidi non si scompongono completamente nell’intestino. Questi frammenti proteici sono chiamati peptidi e, a seconda della mucosa intestinale, quando raggiungono la circolazione sanguigna possono alterare altre sostanze presenti nell’organismo, come le endorfine, che svolgono importanti funzioni per il cervello e che sono coinvolte nel controllo del dolore, felicità o e appetito.

peptidi glutine

Questi peptidi sono noti con il nome di peptidi del glutine o peptidi oppioidi. La parola “oppioide” proviene dalla parola “oppio”, e risponde agli effetti di questi peptidi sul sistema nervoso centrale  

Effetti dell’intolleranza al Glutine

I peptidi del glutine possono scatenare reazioni allergiche che si manfiestano con l’infiammazione. Diversamente da quanto succede con la puntura d’insetto, in cui l’infiammazione è visibile ad chiaramente su una parte del corpo, nel caso dell’infiammazione indotta dal glutine nell’intestino, è meno evidente e le sue cause non sono generalmente identificate.

Nei casi in cui l’allergia al glutine causa infiammazioni cerebrali, è ancora più difficile da individuare. Il tessuto cerebrale, contrariamente a quello della pelle, non manifesta dolore, prurito o gonfiore.

infiammazione glutine

L’infiammazione allergica provocata dai peptidi del glutine nel cervello è molto sottile, quindi si tratta di un problema difficile da individuare

Intolleraza al Glutine e la carenza di ferro

Anche l’intolleranza al glutine ha origine nell’intestino.  I suoi sintomi non si limitano all’indigestione, ma possono anche adottare la forma di stanchezza cronica con causa, apparentemente, sconosciuta. In altri casi la sensibilità al glutine, può causare altri disturbi come anemia, stanchezza costante dovuta alla  mancanza di ferro.

Il malassorbimento del ferro è solitamente il risultato di un’allergia al glutine. In questi casi, quando viene eliminato il glutine dalla dieta, il ferro viene assorbito in maniera corretta e l’anemia sparisce.

glutine fatica

La sensibilità al glutine provoca anche effetti contrari alla fatica scatenando il nervosismo cronico. Problemi alla pelle e ai denti possono essere dovuti a un’allergia al glutine 

Che effetti ha sul nostro organismo l’intolleranza al Glutine?

Carenza di acido nello stomaco

Una cattiva digestione delle proteine del glutine e una carenza di acido gastrico può rivelare un’allergia al glutine o celiachia. Può anche produrre effetti diversi, tra i quali effetti collaterali derivati dall’assunzione regolare di farmaci che inibiscono la produzione di acido nello stomaco.

D’altra parte, anche la carenza di zinco e vitamina B6, possono portare ad alcune carenze di acido nello stomaco. Occasionalmente, l’acidificazione o bruciore di stomaco possono essere dovuti a diete poco salutari o celiachia preesistente.

Mucosa intestinale danneggiata

Quando non c’è sufficiente acido nello stomaco, le particelle di glutine vengono digerite parzialmente, pertanto non sono in grado di passare nella muscosa intestinale e così si produce il danno al rivestimento intestinale. Questo problema può manifestarsi nel corso degli anni, senza che il paziente ne riconosca le cause.

Le principali cause dei danni alla mucosa intestinale sono provocati da una flora intestinale debole, dovuto all’ eccessivo consumo di antibiotici, lassativi o altri farmaci, alla pressione alta o abitudini alimentari non sane, che favoriscono i processi infiammatori cronici, come la carenza di acidi grassi omega- 3 o uno stile di vita con poca attività fisica, scarsa luce solare o squilibrio ormonale.

cereali glutine

Il glutine produce gli effetti descritti nei punti 1 e 2. I cereali contenenti glutine favoriscono anche l’acidificazione cronica e danneggiano la flora intestinale 

La Dieta senza Glutine favorisce la lucidità mentale

Le persone che soffrono di celiachia o hanno particolare sensibilità al glutine sperimentano i problemi sopra descritti, risulta utile seguire una dieta senza glutine, così da poter verificare quali sono gli effetti reali sull’organismo.

Solo in questo modo è possibile scoprire se il problema di mancanza di energia o concentrazione è dovuto all’intolleranza al glutine. Per eseguire questo test in modo rigoroso, deve essere seguita per almeno quattro settimane durante le quali non verrà ingerito nessun alimento con glutine. Questa prova si puó realizzare con i bambini, per valutare se soffronto di intolleranza al glutine.

dieta senza glutine

Nel caso in cui il disagio sia dovuto a un’allergia al glutine, noterai che dopo la sua eliminazione dalla tua dieta riuscirai a pensare con più lucidità e aumenterà la tua capacità di concentrazione e di apprendimento. Può anche migliorare il tuo stato d’animo e, in questo modo, far scomparire la confusione mentale 

Metti in pratica una Dieta Senza Glutine

Il glutine si trova nei cereali più comuni come il grano, segale, orzo, avena e i derivati di questi alimenti in qualsiasi forma di lavorazione (prodotti da forno, pasticceria, pasta, farina, pane, torte, biscotti, dolci ecc.).

Tuttavia, non bisogna dimenticare che il glutine è presente anche in molti prodotti precotti (zuppe, salse, dessert, ecc.) e che è contenuto in molte farine come addensante, pertanto il consumo di questi prodotti andrebbe evitato se si vuole seguire una dieta senza glutine.

gluten-free

Alimenti senza Glutine

Come seguire una Dieta Senza Glutine?

Seguire una dieta senza glutine o celiaca non è diffcile, ha solo bisogno di un pò di disciplina:

  • Al posto della farina di grano, possiamo usare un altro tipo di farina, come quella del grano saraceno, del mais o del miglio. Se desideri preparare un dolce al forno, devi scegliere una farina speciale dato che la farina senza glutine non ha la capacità di legare gli igredienti.
  • Sostituisci il pane di frumento o segale con pane di integrale di mais, miglio, riso integrale o pane integrale di grano saraceno
  • Usa la pasta di grano saraceno, mais o soia invece che la pasta tradizionale.
  • Per la colazione sostiuisci i cereali di avena con cereali o fiocchi senza glutine.
Quando fai la spesa, presta molta attenzione alle etichette degli alimenti o compra quelli che sono catalogati come prodotti senza glutine. Inoltre, controlla la tua salute intestinale e qualsiasi disturbo che può danneggiare la mucosa intestinale e agisci in fretta, anche una pulizia del colon se fosse necessario.

Voci Correlate

Valutazione come il Glutine Influisce sul Cervello

Confusione mentale - 100%

Relazione con il ferro - 100%

Senza Glutine lucidità mentale - 100%

Seguire una dieta "Gluten-free" - 99%

100%

Valutazione HSN: 5 /5
Content Protection by DMCA.com
Vedi Anche
educazione alimentare
Importanza dell’Educazione Alimentare in Età Evolutiva

Indice1. Chi sono i Responsabili dell’Educazione alimentare dei Bambini?2. Come Inganna l’Industria nell’Alimentazione Infantile3. Malattie …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace il nostro HSNBlog?
HSN Newsletter
Be’, immagina le offerte del nostro negozio.

Lasciaci la tua mail e ti daremo accesso alle migliori promozioni per i nostri clienti


Desidero iscrivermi e accetto la politica di privacy