Salute Articolare - Osteoartrite e dolore alle articolazioni Blog di Fitness, Nutrizione, Salute e Sport | Blog HSN
Home / Integratori / Salute Articolare

Salute Articolare

Salute Articolare

La salute articolare è basilare. Trovare un rimedio per l’artrosi è al giorno d’oggi più necessario che mai: milioni di persone sono colpite dall’artrosi. Il logorio della cartilagine articolare può cominciare ai 35 anni, e andare aumentando con l’età. La terapia e gli integratori naturali possono essere un grande aiuto per promuovere la salute articolare.

Salute delle articolazioni

A partire dai 35 anni possono comparire i primi problemi nella zona articolare, e a partire dai 60 anni quasi tutti sono colpiti da questi sintomi.

I disturbi nelle articolazioni possono colpire qualsiasi parte del corpo, tuttavia si manifestano con più frequenza nelle articolazioni che supportano la maggior parte del peso corporeo.

Il tessuto cartilagineo dell’articolazione si riduce sempre di più. Fino a quando non sfrega direttamente con l’osso, il quale è molto doloroso.

Rimedi per alleviare il dolore alle articolazioni

Sebbene la medicina convenzionale segua il criterio che una cartilagine danneggiata non possa rigenerarsi, è stato dimostrato che la rigenerazione è possibile assumendo certi nutrienti.

Oltre ai trattamenti medici per l’artrosi e l’artrite, ci sono una serie di integratori naturali vitali che possono essere un rimedio per queste patologie. Questi integratori naturali possono ridurre o arrestare l’infiammazione delle articolazioni, rigenerando la struttura del tessuto cartilagineo.

Collagene

Tra questi integratori risalta il collagene, una proteina che è una parte essenziale del tessuto connettivo. Il collagene può contrastare l’infiammazione e il disturbo delle articolazioni e aiutare a rigenerare la cartilagine articolare. Il collagene è disponibile come integratore alimentare in forma di capsule.

Glucosammina

Ugualmente importante è la glucosammina per il trattamento dell’artrosi. La glucosammina è uno zucchero amminico che produce il corpo umano ed è un componente del tessuto connettivo. Produce un considerabile sollievo nel danno articolare cronico o acuto. Rigenera la cartilagine e riduce l’irritazione nella zona colpita.

Condroitina

Un’altra sostanza di vitale importanza è la condroitina. Questa sostanza è un componente essenziale del tessuto connettivo. Stimola la formazione di nuovo tessuto nel tessuto cartilagineo. Rinforza le fibre di collagene e assicura l’eliminazione di sostanza nocive nelle articolazioni.

Omega 3

Un altro dei rimedi per l’artrosi è l’acido grasso omega-3. Oltre alle sue multiple qualità positive, contribuisce a calmare i sintomi dell’artrosi.

Gli acidi grassi omega-3 si trovano nell’olio di krill, così come il metilsulfonilmetano (MSM). Entrambi aiutano a combattere i dolori tipici delle articolazioni che causa questa malattia.

Altre sostanze

Risultano molto utili per trattare i sintomi dell’artrosi e dell’artrite anche gli antiossidanti, come l’astaxantina e la curcumina.

Nella formazione della cartilagine giocano un ruolo importante diverse vitamine e minerali tra i quali si trova il magnesio, che calma i dolori muscolari, e la vitamina C che è un catalizzatore importante per la formazione della struttura delle ossa.

Come risolvere i dolori alle articolazioni 

L’osteoartrite e il dolore alle articolazioni

L’artrosi e l’artrite sono causate dal logorio e dall’infiammazione dell’articolazione. Sono sempre più numerose le persone che soffrono questa malattia e che cercano una alternativa ai farmaci e alla chirurgia.

È fondamentale non aspettare che le tue articolazioni siano danneggiate dall’artrosi, quando già non si possano più curare.

Quasi la maggior parte delle persone tra i 50 e 60 anni, soffre di disturbi alle ginocchia o all'anca. La colpa di questo è una malattia degenerativa delle articolazioni, che si conosce come artrosi.

Articolazioni più colpite

Anche se, in linea di principio, tutte le articolazioni possono essere interessate, ciò che causa questo disturbo si verifica principalmente nelle ginocchia e nell’anca, in quanto sono quelle che sopportano il maggior peso corporeo.

Ma la malattia può colpire altre zone. Colonna vertebrale, caviglia o diverse parti della mano.

Un ecccesso di esercizio o una eccessiva tensione può causare il consumo della cartilagine e produrre una diminuzione del liquido sinoviale.

La mancanza di lubrificazione limita il movimento delle articolazioni e causa disturbi per la frizione nella membrana sinoviale irritata.

Con il tempo, le ossa, i muscoli e i legamenti possono essere coinvolti, dando come risultato deformità nei punti di contatto e perdita di movimento che, nel peggiore dei casi, richiede la sostituzione delle articolazioni con delle protesi.

Cosa causa l’artrosi?

Non tutti e non tutti i tessuti articolari sono colpiti allo stesso modo dall’artrosi. Sono soprattutto le articolazioni sottoposte alle maggiori sollecitazioni, quelle che si consumano prematuramente a causa di uno squilibrio tra la loro capacità e il peso reale che sostengono.

I fattori scatenanti includono sia l’inattività che il sovraccarico, così come diverse lunghezze delle gambe, stress fisico, sport che richiedono sforzo, cambiamenti nelle articolazioni derivanti da lesioni, infiammazioni o alcune malattie metaboliche. Inoltre, fattori come il sovrappeso e fattori ereditari sono rischi importanti per lo sviluppo dell’artrosi.

Quali sono i principali sintomi dell’artrosi?

In primo luogo, le articolazioni danneggiate dall’artrosi reagiscono con tensione e rigidità. In seguito, il disturbo si verifica dopo un periodo di riposo, quando si esegue di nuovo un movimento e, nel corso del tempo, una tensione costante comincia ad apparire fino a quando il danno diventa permanente.

I sintomi possono dipendere dalle condizioni atmosferiche e irradiare il dolore in aree diverse dall’articolazione interessata. Nell’artrosi avanzata, l’infiammazione delle articolazioni può verificarsi con una significativa riduzione del movimento a causa della degenerazione delle articolazioni.

Particolarmente dolorosa è l’artrosi attiva, in cui l’articolazione danneggiata risponde ad un forte sovraccarico o a variazioni di temperatura con una dolorosa infiammazione della membrana sinoviale.

Rimedi per l'artrosi 

Diagnosi: Come si può diagnosticare l’artrosi?

La valutazione del grado di restrizione come conseguenza dell’artrosi è un’analisi che spetta al medico. Le radiografie possono rilevare il restringimento dello spazio articolare e i caratteristici cambiamenti ossei delle articolazioni interessate. Inoltre, facendo una risonanza magnetica, sono visibili i cambiamenti nella cartilagine.

Trattamento: Quali farmaci si assumono per trattare l’artrosi?

Quando la degenerazione articolare viene rilevata all’inizio, può essere fermata e curata. Solitamente si tratta con farmaci convenzionali per alleviare l’irritazione, l’infiammazione e ripristinare la qualità di vita del paziente.

Ma questa soluzione tratta solamente i sintomi, non tratta la causa reale dell’artrosi.

Oltre agli analgesici si utilizzano cortisone ed antinfiammatori. Il dolore acuto può essere trattato localmente con iniezioni congiunte con corticosteroidi o anestetici.

Il problema è che il paziente ritiene che l’improvvisa assenza di disturbi sia dovuta al fatto che l’artrosi è migliorata e torna a sforzare nuovamente l’articolazione, cosicché il tessuto cartilagineo danneggiato si usura sempre di più fino a dover ricorrere a protesi artificiali.

Tutto questo può essere evitato prendendo rimedi naturali per combattere l’artrosi e altre malattie correlate non appena compaiono i primi sintomi. Questi rimedi naturali forniscono alla cartilagine la sostanza di cui ha bisogno per rigenerarsi e consentire movimenti indolori.

Prevenzione: Individuazione precoce dell’artrosi

Eventuali deformazioni congenite delle articolazioni possono essere rilevate già nell’infanzia, mediante ecografia e con un adeguato trattamento precoce per prevenire l’usura articolare.

Inoltre, si può prevenire anche con un allenamento muscolare specifico, movimenti leggeri delle articolazioni, e assumendo integratori dietetici naturali per l’artrosi. In combinazione con una dieta salutare si riesce a perdere peso e liberare le articolari da un peso o tensione eccessiva.

1

Il collagene idrolizzato è un buon modo di mantenere dei livelli adeguati di collagene nell’organismo, per cui si consiglia l’assunzione di un integratore ricco di questo nutriente nella nostra dieta. Cos’è il Collagene? Il collagene è la  che maggiormente si trova nell’organismo, arrivando a rappresentare fino ad un  6% del peso corporeo e un 65% di tutte le proteine corporee. …

Leggi di Più »
2

L’artrosi si produce quando la cartilagine delle articolazioni è danneggiata. La funzione della cartilagine è quella di servire da amortizzatore tra le articolazioni, pero quando questa è deteriorata, un osso sfrega con l’altro producendo disturbi, inflammazione e difficoltà nei movimenti. Qui entra in gioco la glucosammina. Fino ad ora, l’unico sollievo dal dolore era un trattamento con farmaci anti-infiammatori (per …

Leggi di Più »
3

Sapete qual’è il segreto per avere una pelle giovane? Il collagene, che a sua volta possiamo generare attraverso l’assunzione di diversi alimenti, con il fine di fornire alla pelle una ricchezza di nutrienti che si rispecchi nella sua bellezza. Il collagene è una proteina del tessuto connettivo che fornisce sostegno e compattezza ai tessuti del corpo, in particolare alla pelle. …

Leggi di Più »
4

Cos’è il MSM? Il metilsulfonilmetano (MSM), chiamato anche Dimethyl sulfone tra gli operatori sanitari professionali e il pubblico in generale, è sempre più popolare per via dei suoi benefici per alleviare il dolore e aumentare il benessere in generale. Molti medici hanno scoperto che i prodotti che i pazienti assumono per alleviare i fastidi possono essere ridotti se gli stessi …

Leggi di Più »
5

Sostanza di origine proteica presente nella maggior parte dei tessuti connettivi nel nostro organismo. Ha una funzione strutturale, sia a livello cutaneo (prima barriera di protezione) come nelle articolazioni. A livello di integrazione, possiamo trovarla in forma idrolizzata o non snaturata (UC-II). La sua integrazione si associa principalmente a una riduzione del dolore articolare, sebbene si sia osservato come alcuni …

Leggi di Più »
Ti piace il nostro HSNBlog?
HSN Newsletter
Be’, immagina le offerte del nostro negozio.

Lasciaci la tua mail e ti daremo accesso alle migliori promozioni per i nostri clienti


Desidero iscrivermi e accetto la politica di privacy