Valeriana - Scopri la pianta, i benefici e come assumerla Blog di Fitness, Nutrizione, Salute e Sport | Blog HSN
Home / Integratori / Per Dormire Bene / Valeriana – Un rimedio naturale per sconfiggere l’insonnia
Valeriana – Un rimedio naturale per sconfiggere l’insonnia

Valeriana – Un rimedio naturale per sconfiggere l’insonnia

La valeriana viene utilizzata in modo tradizionale per le sue proprietà benefiche per il corpo in quanto favorisce il rilassamento e contribuisce al miglioramento e alla qualità del sonno.

Cos’è la valeriana?

La pianta della valeriana è famosa da migliaia di anni, per le sue straordinarie proprietà medicinali, che contribuiscono a lenire il dolore, trattare i disturbi nervosi e ridurre spasmi e convulsioni.

Il nome valeriana deriva dalla parola latina “Valere”, che significa “essere sano” e la cui origine deriva dal dio “Baldur”, al quale la mitologia attribuiva il potere di “aiutare”.

In ogni caso, secondo la tradizione, questa pianta ha molti benefici per la salute, in quanto può curare molte patologie.

Dal punto di vista storico, è stata usata per le sue qualità medicinali per trattare da semplici problemi della vista fino alle epidemie più devastanti, come la peste. Dal punto di vista esoterico, le foglie secche di questa pianta sono state usate per attrarre la buona fortuna ed allontanare il male.

Proprietà della valeriana officinalis

Pianta di valeriana

La pianta di valeriana, conosciuta anche come valeriana officinales, viene coltivata comunemente nelle zone umide, anche se la sua coltivazione si è estesa molto negli ultimi anni.

Di origine europea e asiatica, attualmente è molto presente nel Nord America, ma anche in territori molto diversi come i Paesi Bassi, Asia o in regioni andine del Cile e dell’Argentina.

Tipi di valeriana

Ci sono più di 250 classi diverse di questa pianta. Tra le più note vi è la Valeriana officinalis. Si tratta della più utilizzata per le sue qualità medicinali e benefici per la salute.

Valeriana celtica

Il suo nome deriva dalla forma della pianta simile ad una pannocchia di mais.

Questa pianta raggiunge i 15 cm di altezza, fiorisce da giugno ad agosto, ad un’altitudine compresa tra 1’800 e 3’300 m, come sulle Alpi e la sua caratteristica principale è il suo intenso aroma. Viene utilizzato, soprattutto, per realizzare saponi, creme e prodotti repellenti per falene.

Valeriana dioica o piccola valeriana

È coltivata in Europa centrale. I suoi effetti sono simili a quelli di valeriana medicinale o Valeriana officinalis, anche se meno intensi e di durata più breve. Questa pianta può raggiungere un’altezza di 35 cm, i suoi fiori sono molto piccoli e il periodo di fioritura avviene dalla tarda primavera fino all’inizio dell’estate (da maggio a giugno).

Valeriana jatamansi o nardo indiano

Il Nardo indiano o Jatamansi è una pianta che cresce nelle montagne dell’Himalaya e nelle regioni mediterranee ed è utilizzata principalmente per la preparazione di olio, creme e anche come rilassante.

Varietà di valeriana

Benefici della valeriana

Aiuta a trattare ed alleviare:

  • Il nervosismo
  • L’insonnia
  • Malessere stomacale

Proprietà della valeriana

Le sue proprietà curative provengono dall’olio essenziale che è contenuto nelle sue radici, il cui ingrediente principale è il bornyl-acetate che interagisce con i recettori di GABA delle cellule nervose ottenendo l’effetto sedativo.

D’altra parte, grazie ai valepotriati che contiene la pianta, può alleviare i crampi nervosi.

In generale, la valeriana è un tranquillante che fornisce serenità e rilassatezza muscolare e ha effetti antispasmodici.

A causa di ciò, è consigliata per alleviare le persone affette da ansia, stress, irritabilità e insonnia.

Tuttavia, gli effetti medicinali di questa pianta non sono immediati, ma si sperimentano a lungo termine. Le persone possono notare i suoi benefici dopo diversi giorni o addirittura quattro settimane.

A causa di ciò, non è adatta per il trattamento di persone affette da sintomi acuti di disturbi nervosi.

Valeriana come calmante e rilassante

Effetti medicinali e terapeutici

La radice della pianta di valeriana è stata utilizzata da migliaia di anni come sedativo per i suoi effetti antispasmodici e rilassanti.

Durante il Medioevo fu usato come un rimedio contro la peste e le malattie simili. Attualmente i prodotti di valeriana si utilizzano come rimedio per combattere l’insonnia, la tensione nervosa o le malattie del tratto gastrointestinale.

Inoltre, è usato anche terapeuticamente per alleviare i problemi del sistema nervoso centrale e del sistema muscolo-scheletrico. La valeriana allevia i crampi e rilassa i muscoli, è stata anche dimostrata la sua efficacia nel trattamento dell’asma, delle coliche intestinali, dei reumatismi e di alcuni problemi neurologici.

È clinicamente dimostrato che la valeriana aiuta a combattere il nervosismo e l’insonnia. In combinazione con altri principi attivi, può essere utilizzata anche per il trattamento di stress, ansia e problemi di concentrazione.

La valeriana ha dimostrato la sua efficacia nell’alleviare le fluttuazioni ormonali nelle donne e ha effetti anticonvulsivi, grazie ai quali viene utilizzata per trattare e calmare il dolore mestruale e i disturbi tipici della menopausa.

Un altro beneficio medico della valeriana è il sollievo dall’ansia, paure e tensioni nervose tipiche di persone che stanno abbandonando la nicotina, la caffeina o l’alcool.

Valeriana per combattere l'insonnia

Proprietà della valeriana per dormire

La valeriana è comunemente usata per combattere l’insonnia.

Grazie alle sue proprietà lenitive e rilassanti, la valeriana induce naturalmente un sonno profondo e rigenerante. In questo caso, si consiglia di prendere valeriana come un trattamento a lungo termine e di avere pazienza per ottenere gli effetti desiderati, che possono verificarsi entro due o quattro settimane.

Oltre alla valeriana, ci sono anche altri tipi di erbe che aiutano a conciliare il sonno, come il luppolo, la melissa, l’iperico, la lavanda e la passiflora. Ma la valeriana è migliore, in quanto ha effetti più duraturi e produce un sonno più tranquillo e profondo.

Tuttavia, la valeriana non è adeguata quando la difficoltà nel conciliare il sonno ha origine da una malattia. In questo caso, è meglio consultare prima il medico.

Inoltre, la valeriana non deve mai essere combinata se si prendono altri farmaci o pillole per dormire, poiché i farmaci annullano gli effetti della pianta e in alcuni casi possono produrre interazioni che costituiscono un rischio per la salute.

Valeriana come tranquillizzante

La valeriana riduce i disturbi nervosi temporanei, purché non siano causati da una malattia soggiacente. Pertanto, si consiglia per combattere problemi nervosi specifici, come lo stress per motivi di lavoro o di studio; così come situazioni in cui si devono affrontare nuove sfide o problemi inaspettati.

Per le sue proprietà antispasmodiche, assumere valeriana aiuta a superare gli stati di stress, l’ansia, induce la calma e facilita la conciliazione del sonno.

In questo caso si consiglia anche di avere un po’ di pazienza, perché non agisce immediatamente, ma si deve consumare per diverse settimane per ottenere gli effetti desiderati. Da un punto di vista puramente scientifico, la valeriana riesce a calmare il sistema nervoso ed è molto meglio dei farmaci, in quanto non stordisce o riduce le prestazioni.

Valeriana contro lo stress

Per la concentrazione e il rendimento intellettuale

Inoltre, la valeriana favorisce anche la concentrazione e il rendimento intellettuale.

Per tutto ciò, la valeriana produce equilibrio e rilassatezza integrale dalla testa ai piedi: riduce l’ansia e i nervi, stimolando contemporaneamente l’attività mentale e favorisce il recupero dopo un lavoro intenso o situazioni stressanti.

Tuttavia, quando esiste una depressione cronica, la valeriana non è la più adeguata, ma è consigliabile consultare il medico o lo specialista per ricevere il trattamento più appropriato.

Cura il malessere gastrointestinale

L’assunzione di valeriana aiuta a ridurre i disturbi gastrointestinali. L’acido valerenico contenuto nella valeriana cura i problemi del tratto gastrointestinale. La valeriana riduce gli spasmi e i crampi dolorosi.

L’ingrediente valepotriato contenuto nella valeriana contribuisce a ridurre gli spasmi e i crampi dolorosi.

La valeriana rilassa, in particolare il cosiddetto tessuto muscolare liscio che si trova nel tratto gastro-intestinale e nell’utero. Pertanto allevia i sintomi della menopausa, i dolori mestruali e i crampi e viene utilizzato anche come rimedio per le coliche, crampi allo stomaco e della vescica così come mal di testa, spasmi nervosi, infiammazioni e vomito convulso.

Tuttavia, gli effetti sulle ulcere (almeno nel campo della medicina umana) non sono clinicamente provati.

Le sperimentazioni cliniche di valeriana sugli animali con ulcera hanno mostrato risultati positivi. Questo indica che gli animali con stress sviluppano un’ulcera allo stomaco, mentre nel caso degli esseri umani, l’ulcera è causata da un batterio responsabile dell’infezione e lo stress aumenta semplicemente i sintomi.

Integratori di valeriana in gocce

Come assumere la valeriana

Gocce

La valeriana in gocce è la varietà più nota di questa pianta medicinale. Tuttavia, occorre prestare grande attenzione quando si contano con precisione le gocce corrispondenti alla dose raccomandata, al fine di evitare un sovradosaggio.

D’altra parte, le gocce di valeriana hanno un gusto amaro che non è piacevole a tutti. Gli effetti delle gocce sono simili a quelli delle compresse: bisogna attendere alcuni giorni o settimane per controllare i suoi effetti dopo l’ingestione. Le gocce di valeriana sono utilizzate anche per gli animali, specialmente per i gatti.

In questo caso, non si utilizzano per calmare ma per stimolare gli animali. La valeriana agisce sui gatti come afrodisiaco, in quanto il suo profumo gli risulta irresistibile. La somministrazione di valeriana ai cavalli è simile a quella degli esseri umani, e si utilizza per i suoi effetti rilassanti per ridurre gli spasmi e le convulsioni. Attualmente, grazie alla crescita degli integratori alimentari, possiamo trovare la valeriana in altre forme.

Compresse

La valeriana in compresse è molto comoda da prendere e molto facile da dosare.

Le compresse di valeriana sono disponibili in farmacie, erboristerie e attraverso il commercio online. Dato che spesso si aggiungono altri componenti alla valeriana o si arricchiscono con altri tipi di farmaci, dobbiamo sempre verificare la composizione del prodotto e la sua origine, così come seguire la dose raccomandata e prestare attenzione ai possibili effetti collaterali.

In caso di problemi o effetti collaterali, consultare sempre il proprio medico. La maggior parte delle compresse deve essere assunta in diverse assunzioni, a colazione, a pranzo e a cena, sempre con abbondante liquido.

A seconda del foglietto illustrativo di ogni prodotto, si assumeranno una o due compresse, a seconda della dose raccomandata. Le compresse di valeriana non devono mai essere combinate con alcool, droghe, farmaci, sedativi o pillole per dormire.

Integratori di erbe in compresse

Sali per il bagno

I sali di valeriana hanno un effetto rilassante e alleviano la tensione muscolare. In alternativa, possiamo realizzare un’infusione fatta in casa diluendo 100g di radice di valeriana in due litri di acqua calda e lasciando riposare per dieci minuti. Quindi filtriamo l’infusione che sarà già pronta per poterla utilizzare nel bagno.

Infusione di valeriana

L’infusione è il formato più conosciuto per la valeriana. Sia prima di andare a letto che al pomeriggio, può essere il miglior rimedio per rilassare il corpo ed eliminare i problemi del sonno.

Oltre al suo formato individuale, l’infusione di valeriana è disponibile sul mercato in combinazione anche con altre piante rilassanti, come l’iperico, il luppolo, il limone, il fiore d’arancio, la lavanda ecc.

Dosi di valeriana

Possono essere date alcune raccomandazioni approssimate sempre tenendo conto delle istruzioni specifiche del prospetto di ciascun prodotto che devono prevalere su queste indicazioni:

  • Di norma, negli estratti secchi, il dosaggio di solito va da 50 a 600 milligrammi al giorno.
  • Nel caso di infusioni di valeriana, si raccomanda una infusione giornaliera composta da un cucchiaino da tè per 150ml di acqua, con un tempo di cottura che non deve mai superare i 15 minuti.
  • Se assunta in compresse, è necessario tener conto che ogni compressa contiene solitamente circa 300 milligrammi di valeriana, motivo per cui non si dovrebbero mai assumere più di quattro compresse al giorno.
  • Nel caso di assumerla in gocce, la dose raccomandata nella confezione deve essere seguita minuziosamente e non superare mai le sue indicazioni.
  • Se si opta per sali da bagno di valeriana, la dose raccomandata è di circa 100 grammi di radice di valeriana diluiti in acqua. Si raccomanda che l’acqua non superi i 35 gradi centigradi e che la durata del bagno non superi i 20 minuti.
  • Se vogliamo prendere valeriana per alleviare l’insonnia, dovrebbe essere consumata almeno mezz’ora prima di dormire. A seconda della difficoltà di conciliazione del sonno, la dose può variare tra i 400 e i 900 milligrammi.
  • Se la valeriana viene usata per combattere il nervosismo, l’ansia o lo stress durante il giorno, la dose raccomandata è di circa 300/450 milligrammi al giorno.

Consigli e raccomandazioni sulla valeriana

Quali persone devono assumere valeriana?

  • Ideale per persone nervose, che soffrono stress o ansietà
  • Raccomandato per persone che hanno difficoltà nel conciliare il sonno
  • Può essere utile in persone con ipertensione, che sentono spesso palpitazioni o spasmi gastrointestinali
  • Ideale per alleviare i sintomi della menopausa e della sindrome pre-mestruale
  • Donne propense a soffrire dolori e crampi durante la mestruazione

Se vuoi comprare i migliori integratori di valeriana ai migliori prezzi, accedi attraverso questo link al negozio online di HSN

 

Controindicazioni della valeriana

Anche se è una pianta medicinale totalmente naturale, ciò non significa che il suo consumo sia innocuo in tutti i casi, soprattutto perché per ottenere gli effetti desiderati deve essere assunta per un lungo periodo di tempo.

Di conseguenza, deve essere preso in considerazione il dosaggio e la forma di somministrazione di questa pianta. Attualmente, gli studi clinici hanno confermato che la valeriana è efficace solo se assunta a lungo termine e si raccomanda, secondo gli esperti, di assumere questo prodotto per un periodo da quattro a sei settimane, senza prolungarlo per più tempo.

È molto raro che si abbiano degli effetti collaterali, anche se occasionalmente, alcune persone possono sperimentare:

  • Lieve fatica
  • Mal di testa
  • Brufoli
  • Bruciori
  • Vertigini
  • Disturbi gastrointestinali

Tuttavia, nel caso di preparati contenenti solo valeriana, è molto più facile controllare gli effetti collaterali, in quanto basta seguire correttamente le istruzioni di ciascun prodotto relative alla temperatura dell’acqua e al tempo di cottura (se in infusione), per evitare ogni tipo di rischio. Gli effetti collaterali di solito si verificano quando la preparazione o l’applicazione del prodotto viene eseguita in modo non corretto.

Estratto di radice di valeriana

Interazioni

La pianta della valeriana può interagire con alcuni farmaci e può anche innescare effetti collaterali se mescolata con l’uso di droga, alcool o farmaci.

D’altra parte, non ci sono studi esaustivi sui suoi effetti su bambini, donne in gravidanza e in allattamento, per cui si consiglia di non assumere valeriana in questi casi, per ragioni di sicurezza. Fondamentalmente, non dovrebbe essere consumata se si stanno assumendo altri tipi di farmaci.

In questo caso, consultare prima il medico per evitare interazioni indesiderate.

Scegliere la valeriana sicura e di qualità

La valeriana di origine europea non presenta alcun rischio per la salute.

Tuttavia, le piante provenienti dal Messico, dal Giappone e dall’India hanno un elevato accumulo di valepotriati cancerogeni, che possono arrivare fino all’8%, rappresentando un rischio per la salute.

Per evitare di consumare un tipo di valeriana contenente ingredienti tossici, è sempre consigliabile scegliere un prodotto di origine europea e acquistare prodotti che garantiscano la qualità e la sicurezza dei suoi componenti.

D’altra parte, va tenuto conto che la valeriana è un piccolo cocktail di principi attivi, tra i quali:

  • Oli essenziali
  • Mono terpeni e sesquiterpeni (fitochimici, come fragranze e aromi)
  • Acidi di sesquiterpeni
  • Acidi carbossilici di fenolo
  • Valepotriati (ingredienti a base di erbe di piante di valeriana)
  • Alcaloidi
  • Amminoacidi

Rimedi naturali per dormire

Infusione comune:

I diversi tipi di questa pianta variano a seconda della diversa composizione dei suoi ingredienti. Il valereno ha un effetto rilassante; l’olio essenziale serve per alleviare i crampi; e gli alcaloidi (Catinina e Valerina) vengono utilizzati per mitigare bruciori di stomaco o disturbi dello stomaco.

L’infusione più comune ha i seguenti benefici per la salute:

  • Rilassa
  • Favorisce il sonno
  • È un rilassante muscolare
  • Allevia il dolore di stomaco

Fonti Bibliografiche

Link Correlati con la tematica:

Valutazione Valeriana

Per migliorare il sonno - 100%

Per lo stress - 100%

Come prenderla - 99%

Efficacia - 100%

100%

Valutazione HSN: Ancora Nessuna Valutazione !
Content Protection by DMCA.com
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace il nostro HSNBlog?
HSN Newsletter
Be’, immagina le offerte del nostro negozio.

Lasciaci la tua mail e ti daremo accesso alle migliori promozioni per i nostri clienti


Desidero iscrivermi e accetto la politica di privacy