Vitamina C – Cos'è, Proprietà e Benefici per l'Organismo Blog di Fitness, Nutrizione, Salute e Sport | Blog HSN
Home / Nutrizione / Vitamine / Vitamina C – Cos’è, Proprietà e Benefici
Vitamina C – Cos’è, Proprietà e Benefici

Vitamina C – Cos’è, Proprietà e Benefici

La vitamina C, nota anche come acido ascorbico, è una vitamina idrosolubile. È necessaria per la crescita in quanto promuove un sistema immunitario sano e aiuta a conservare i vasi sanguigni e il tessuto connettivo. Gli esseri umani non sono in grado di generare la propria vitamina C, quindi devono incorporarla attraverso la dieta.

Cos’è la Vitamina C?

La Vitamina C, il cui nome chimico è acido L-ascorbico, è uno dei principali rappresentanti di un genere di micronutrienti, le vitamine, notevolmente disperse negli alimenti di origine vegetale e animale e che deve il suo nome alla sua condizione essenziale elementi la fattibilità della vita umana.

Va detto che esiste una forma chimica di quell’acido, l’isomero R che, a differenza della L, manca di attività vitaminica.

Facendo un po’ di storia, gli studi che hanno permesso di caratterizzare nel 1927 il ruolo metabolico della vitamina C sono stati l’innesco per il premio Nobel per la Medicina allo scienziato ungherese Albert Szent-Györgyi specializzato nel campo della fisiologia. Egli cementò le sue scoperte sui risultati della struttura chimica di questo composto ottenuti da Norman Haworth, all’epoca Nobel per la chimica nel 1937.

Szent-Györgyi utilizzò la paprika come fonte naturale dell’isomero L dell’acido ascorbico, arrivando alla verifica dell’esistenza di un componente innato altamente efficace per combattere lo scorbuto. Completò il suo lavoro di ricerca approfondendo sulle basi dell’ossidazione cellulare, una parte del metabolismo nel quale trovò che un elemento molto minoritario nel cibo sviluppava un ruolo decisivo, che può essere inteso come la scoperta della vitamina C.

Nel corpo, la vitamina C come antiossidante fondamentalmente agisce catalizzando le reazioni chimiche dalle quali si ottiene un’azione protettiva sulle membrane cellulari di fronte al pericolo continuo dei radicali liberi, fra cui si evidenzia l’aggressività al DNA del nucleo cellulare. Questi sono gruppi di atomi che si trovano in uno stato che li rende molto reattivi avendo un elettrone dispari nella loro corteccia. Questo elettrone cerca di accoppiarsi con uno identico per stabilizzarsi, perché è così che si trovano gli elettroni nella crosta degli atomi neutri.

La loro formazione avviene come risultato della metabolizzazione dei diversi principi attivi (glucosio, lipidi, ecc.) che contiene il cibo attraverso il quale vengono trasformati in energia.

Comprare Acido Ascorbico (Vitamina C)
Vitamina C in Polvere
In forma di Acido Ascorbico. Azione Antiossidante. Promuove l'assorbimento del ferro. Formato RAW. Senza additivi.
COMPRARE

Ma non è solo il processo fisiologico dell’alimentazione la fonte del pericolo che i radicali liberi comportano. Siamo esposti all’azione di quelli che circolano nell’ambiente in cui ci muoviamo: fumo di tabacco, inquinamento atmosferico, radiazione ultravioletta, e altri fattori.

Funzioni della Vitamina C

Per quanto riguarda il tipo di funzioni svolte la vitamina C, si dice agisca come un cofattore enzimatico (o coenzima). Piccole molecole non proteiche che lavorano insieme con altre molecole e atomi, nella formazione della composizione strutturale di enzimi, proteine specializzate, responsabili dell’accelerazione, se non dell’avvio, delle reazioni biochimiche del metabolismo.

Vitamina C

Nel caso concreto della vitamina C, interviene soprattutto in un gruppo di reazioni chiamate di idrossilazione, che consistono nell’introduzione in un composto un radicale OH che sostituisce un atomo di idrogeno OH, che ha come conseguenza di ossidare detto composto progenitore. I coenzimi sono responsabili dello scambio di gruppi chimici tra gli enzimi senza integrarsi in modo permanente nella struttura di questi. Questo è ciò che distingue quelli noti come gruppi prostetici, da altre strutture non proteiche intimamente unite agli enzimi, tra i quali possono essere evidenziate la coppia ferro-zolfo o il gruppo emo caratteristico dell’emoglobina.

Comprare Vitamina C
Vitamina C
500mg per Capsula. Con Bioflavonoidi Citrici. Effetto antiossidante. Potenzia il sistema immunitario. Interviene nella produzione di collagene.
COMPRARE

La dottrina scientifica elenca anche le vitamine, e tra queste la C, come biocatalizzatori allogenici, denominazione derivata da due caratteristiche: una funzionale, perché, come abbiamo detto, la loro missione è quella di catalizzare o condurre reazioni biochimiche; l’altra in relazione alla sua origine, dal momento che devono essere forzatamente inserite nell’organismo dall’esterno attraverso l’alimentazione.

Quest’ultima affermazione richiede una breve riflessione sulla sua natura. Considerando che circa 2,5 milioni di anni fa, il corpo dei primi ominidi bipedi, i nostri remoti antenati, seguendo una dieta a base vegetale e di organi animali con elevate quantità di questa vitamina, ha perso la sua capacità di sintetizzare la vitamina C, facendo si che il suo consumo diventasse inevitabile.

Molto più tardi, la stretta dipendenza esterna di questa sostanza nutritiva ha presentato il conto a molti con l’insorgenza di una malattia chiamata scorbuto, la cui causa è solo la mancanza di vitamina C dovuta ad una dieta a basso contenuto in essa.

Proprietà dell’acido L-ascorbico

Alcuni dati che possono essere di interesse sono: l’alto punto di ebollizione (553°C) e una dose letale di circa 12g per chilo di peso. Questo è un dato indicativo ottenuto attraverso la sperimentazione su ratti.

Le sue proprietà organolettiche, cioè quelle apprezzabili dagli organi di senso, sono fondamentalmente insipide e inodore. D’altra parte, ha una notevole capacità di dissolversi in acqua, un parametro chimico che può essere quantificato come solubilità in acqua di 33g/100ml, cioè 100 millilitri di acqua sono in grado di sciogliere fino a 33 grammi di acido.

È proprio la sua proprietà di essere solubile in acqua che lo fa essere espulso attraverso l’urina dopo averlo ingerito in quantità terapeutiche. Infatti, la presenza di acido ascorbico in un’analisi delle urine è legata all’assunzione di integratori, poiché una volta che il corpo vede i suoi bisogni soddisfatti, mobilita l’elemento in eccesso per la sua escrezione urinaria. Questa escrezione tinge leggermente l’urina della tonalità scura e gli conferisce un odore un po’ più penetrante, senza che ciò sia indicativo di alcun disturbo; tuttavia, il fatto che si abbia una maggiore concentrazione di acido ascorbico in una minoranza di casi può causare irritazione alla vescica e minzione troppo frequente.

Comprare Acido Ascorbico (Vitamina C)
Vitamina C in Polvere
In forma di Acido Ascorbico. Azione Antiossidante. Promuove l'assorbimento del ferro. Formato RAW. Senza additivi.
COMPRARE

La vitamina C contiene nella sua composizione molecolare potassio, calcio e sodio che funzionano come atomi antiossidanti.

Il tutto disciolto in mezzo acquoso può agire come un blocco promotore dell’ossidazione dei grassi. E quando è nella forma ossidata, può attraversare la barriera emato-encefalica, un “muro” virtuale che separa il flusso sanguigno dalla massa encefalica potendo distribuirsi attraverso il cervello.

Esistono molteplici applicazioni nel campo della medicina e nel campo dei cosmetici, aree in cui è ampiamente utilizzata. Medici e cosmetologi trovano la vitamina C uno strumento straordinario per intervenire su vari aspetti della salute e dell’estetica.

Il problema principale che può essere attribuito alla vitamina C è la sua estrema debolezza, che la rende estremamente sensibile ai fattori fisici e chimici. In questo aspetto, ciò che è più determinante è che il contatto con ossigeno, luce, metalli e calore rappresenta un’aggressione che la priva, in gran parte, del suo potenziale biologico.

Vitamina C negli agrumi

 

Nell’organismo, le principali funzioni con cui è correlata sono la formazione di collagene, il mantenimento delle pareti dei vasi sanguigni e dei capillari, il metabolismo di alcuni amminoacidi e la sintesi degli ormoni delle ghiandole surrenali. Questi collegamenti e altri derivano dai numerosi benefici associati alla vitamina C descritti di seguito, la maggior parte dei quali è sostenuta da una certezza scientifica assoluta.

Per chi è consigliata?

  • Malattie infettive
  • Cancri
  • Lesioni e operazioni gravi
  • Ustioni
  • Diabeti mellito
  • Persone con anemia per carenza di ferro
  • Stress
  • Pratica di sport
  • Quando si consuma nicotina, alcool o medicine (antibiotici, aspirine, contraccettivi)
  • Quando si ha una mancanza di vitamina C a causa di denutrizione o dialisi
  • Per prevenire la comparsa di arteriosclerosi, osteoporosi o malattie cardiovascolari
  • Durante la gravidanza e l’allattamento

Benefici della Vitamina C

Ci sono molte e diverse zone del corpo in cui si ha bisogno della presenza di vitamina C per completare con successo le sue funzioni.

La vitamina C è un nutriente essenziale per il mantenimento e la riparazione del tessuto connettivo, in cui risaltano la guarigione delle ferite e la salute cardiovascolare.

Comprare Vitamina C
Vitamina C
500mg per Capsula. Con Bioflavonoidi Citrici. Effetto antiossidante. Potenzia il sistema immunitario. Interviene nella produzione di collagene.
COMPRARE

Tutte queste funzioni hanno il denominatore comune del suo elevato potere antiossidante, per cui diventa uno spazzolatore dei radicali liberi, che contribuiscono in quantità smisurata al deterioramento di vasi sanguigni, pelle e altri tessuti, accelerando l’invecchiamento.

Una delle sue funzioni più riconosciute dalla comunità scientifica è il suo contributo al funzionamento del sistema immunitario.

Seguendo la linea dottrinale di alcune pubblicazioni scientifiche come “Biochemistry of Human Nutrition”, l’acido ascorbico agisce come fattore di promozione della produzione di differenti linee cellulari che compongono il sistema immunitario, soprattutto granulociti, linfociti, macrofagi e plasmociti. Per quanto riguarda questi ultimi, dalla loro azione parte la produzione di anticorpi circolanti nel sangue in quantità necessarie per combattere efficacemente gli antigeni che spesso minacciano con la loro presenza, e contribuisce anche alla sintesi di interferone, una proteina ad azione alquanto non specifica ma che rappresenta l’unico strumento disponibile al corpo per distruggere i virus.

Ma non finiscono qui gli interventi di questo nutriente che potrebbero definirsi come determinanti: fa si che il ferro ingerito attraverso gli alimenti vegetali non venga sprecato e venga efficacemente assorbito nel tratto intestinale, ed è un fattore limitante nella sintesi di collagene e formazione di globuli rossi da cellule staminali del midollo osseo rosso.

Dato il gran numero di reazioni biochimiche coinvolte nella vitamina C, la sua carenza può essere collegata indirettamente alla comparsa di una serie di disturbi. E in aggiunta, c’è abbastanza consenso medico nel dire che, somministrata in dosi terapeutiche molto più elevate rispetto alle richieste giornaliere raccomandate, si adatta come un potenziatore di trattamenti per un gran numero di malattie, tra cui, senza voler esaurire la lista, citeremo alcuni processi infiammatori come l’artrite, l’epatite e la pancreatite; infezioni come polmonite, herpes, mononucleosi, infezioni della vescica, raffreddore o influenza; processi degenerativi come l’arteriosclerosi, sclerosi multipla, il glaucoma, e ulcera corneale, e varie entità come il cancro o l’astenia affaticamento cronico, effetti di alcolismo, diabete, complicanze chirurgiche, disturbi cardiaci e strie cutanee.

Comprare Acido Ascorbico (Vitamina C)
Vitamina C in Polvere
In forma di Acido Ascorbico. Azione Antiossidante. Promuove l'assorbimento del ferro. Formato RAW. Senza additivi.
COMPRARE

È anche uno dei principali argomenti palliativi per attenuare gli effetti dello stress insieme alle vitamine del gruppo B.

Uno dei principali proprositori delle linee guida per il trattamento a base di vitamina C in dosi elevate, per combattere raffreddori e altri processi respiratori, Linus Carl Pauling biochimico che ha ricevuto il premio Nobel per la Chimica nel 1954.

E nel frattempo, uno studio condotto dal Dr. James Engstrom trovò che gli individui che ingeriscono 800 milligrammi di vitamina C – quasi undici volte la dose giornaliera raccomandata (RDA) – vedono ridotto il loro rischio di malattie cardiache e aumentata la loro speranza di vita significativamente (sei anni) rispetto a quelli che sono gestiti con la dose convenzionale di 60-80mg.

Qui di seguito analizziamo i principali dettagli del contributo della vitamina C in varie patologie.

Proprietà e benefici della vitamina C

La Vitamina C nella prevenzione e trattamento delle malattie

È considerata una probabilità apprezzabile dal punto di vista medico in quelle persone che consumano elevate quantità di vitamina C attraverso le loro fonti alimentari che riducono il rischio di contrarre diversi tipi di cancro, specialmente quelli del polmone, della mammella e del colon.

Ma l’interazione di questa sostanza con i meccanismi di genesi e controllo del cancro ammette riflessioni di vario tipo non tutte favorevoli. In entrata, i suoi effetti sembrano essere in base al modo in cui viene somministrata, dal momento che vi sono prove della scarsa efficienza dell’integrazione dietetica di vitamina C nella prevenzione del cancro, a prescindere dal fatto che sia somministrata da sola o in combinazione con altri antiossidanti.

La comunità scientifica ha prove considerevoli che dimostrano che la vitamina C ad alte dosi per via endovenosa può essere efficace nel ridurre il cancro.

Infatti, alcuni test su animali suggeriscono che il mantenimento di elevati livelli di vitamina C nel sangue potrebbe essere un fattore di riduzione di tumori maligni, ma le dosi che si possono assumere oralmente non sono mai sufficienti a generare livelli circolanti che sì sono raggiunti facendo uso della via endovenosa. Tuttavia, è necessario un approfondimento importante in questo percorso di ricerca per trasformare in certezza quello che per ora è una speculazione plausibile.

Il rinomato oncologo Bert Vogelstein, dell’Università nordamericana Johns Hopkins University, è riuscito a provare un paio di anni fa, come la molecola di acido L-ascorbico, facendo valere i propri attributi come antiossidante, blocca una proteina chiamata HIF-1, quella identificata come l’artefice di che, in assenza di ossigeno, le cellule tumorali possano continuare a ottenere energia dal glucosio.

Di conseguenza, il suo blocco è un chiaro ostacolo alla moltiplicazione delle cellule tumorali, riducendo progressivamente la loro vitalità.

In un ordine di cose, sugli integratori alimentari di vitamina C si può avvisare circa la possibilità inconfutabile che entrino in conflitto con i meccanismi terapeutici di chemioterapia e radioterapia, che rende molto consigliabile per i pazienti sottoposti a trattamento contro il cancro di non adottare arbitrariamente alcuna linea guida per la somministrazione di questa sostanza e consultare l’oncologo sulla fattibilità o meno di portare avanti l’integrazione.

Comprare Vitamina C
Vitamina C
500mg per Capsula. Con Bioflavonoidi Citrici. Effetto antiossidante. Potenzia il sistema immunitario. Interviene nella produzione di collagene.
COMPRARE
Da dove si estrae la vitamina C

La Vitamina C e la sua implicazione nelle malattie cardiovascolari

Sembra un sospetto con alta probabilità di convertirsi in certezza che gli alimenti ricchi in vitamina C diminuiscono il rischio di soffrire una malattia cardiovascolare, quello che in parte si potrebbe spiegare con il fatto che uno dei principali fattori scatenanti dei disturbi cardiovascolari è il danno ossidativo a livello cellulare.

Degenerazione maculare e cataratta

La degenerazione maculare e l’opacità del cristallino sono forse le cause principali della perdita della vista nelle persone anziane.

In relazione a ciò, i ricercatori indicano che esiste una via aperta alla possibilità che la vitamina C, in sinergia con altri nutrienti, sia efficace nel rallentare sia l’avanzata della degenerazione maculare legata alla vecchiaia come il danno alla lente.

È noto che la consistenza fluida e la trasparenza del cristallino dell’occhio sono in buona parte dovute alla presenza di quantità significative di vitamina C, come è stato dimostrato nei casi di cataratta in cui la vitamina C è sempre scarsa.

Un classico: il mal di gola, i comuni raffreddori e la Vitamina C

In questo capitolo, vale la pena rivedere l’eccessiva preminenza tradizionalmente riservata alla vitamina C, poiché la maggior parte delle conclusioni ottenute negli studi di ricerca confutano la convinzione che la somministrazione preventiva di integratori di vitamina C prevenga il rischio di contrarre il raffreddore.

Questo non vieta di poter affermare che una somministrazione sistematica di integratori di vitamina C in ragione di tre grammi al giorno (cifra che supera di gran lunga i fabbisogni giornalieri raccomandati, ovvero 80mg al giorno) può servire come strumento per attutire i sintomi manifestati una volta contratto il raffreddore e anche la durata dello stesso.

Comprare Acido Ascorbico (Vitamina C)
Vitamina C in Polvere
In forma di Acido Ascorbico. Azione Antiossidante. Promuove l'assorbimento del ferro. Formato RAW. Senza additivi.
COMPRARE

La base medica di questi effetti è che la vitamina C potenzia la capacità di sintetizzare l’interferone e gli anticorpi, che sono, in definitiva, le armi con cui l’organismo combatte i virus del comune raffreddore.

Vitamina C per il comune raffreddore

 

La vitamina C è fondamentale nella sintesi del collagene

Il collagene è la principale proteina strutturale del corpo, che compone per la maggior parte la matrice del tessuto connettivo sottocutaneo, le ossa, i tendini, i legamenti, le gengive e le membrane mucose di diversi elementi organici, come le pareti dei vasi sanguigni, i muscoli e diversi organi.

A partire dai 30 anni, la quantità di collagene nel corpo si riduce in percentuale considerevole rispetto a quella che l’essere umano ha alla nascita, accelerando questa perdita in progressione aritmetica.

Questo rende essenziale avere il meccanismo fisiologico della produzione endogena di collagene ben oliato, dal momento che il suo ingresso attraverso la dieta, in quanto tale, è praticamente irrealizzabile. Lo è invece, quello degli amminoacidi idrossiprolina e idrossilisina, che sono limitanti nella sintesi del collagene così come la vitamina C; senza livelli adeguati di questi, le reazioni che portano a questa sintesi non sono realizzabili, da qui la rilevanza vitale di questa sostanza.

Proprio per il suo intervento nella sintesi del collagene, contribuisce notevolmente alla rigenerazione dei tessuti, quindi la sua assunzione è particolarmente cruciale nel caso di atleti che soffrono di lesioni poichè è fondamentale che le fibre muscolari recuperino la loro integrità.

Ma in generale è necessaria per riparare tutti i tipi di tessuti danneggiati. In particolare, un recente studio dell’Università di Leicester ha dimostrato la sua efficacia nell’accelerare la guarigione delle ferite della pelle e la loro cicatrizzazione; Questa funzione si basa sulla stimolazione di cellule specializzate del tessuto connettivo, i fibroblasti, affinchè si accumulino intorno alla zona lesa.

Un importante mediatore nello stress

Comprare Vitamina C
Vitamina C
500mg per Capsula. Con Bioflavonoidi Citrici. Effetto antiossidante. Potenzia il sistema immunitario. Interviene nella produzione di collagene.
COMPRARE

Può essere sorprendente sapere che le ghiandole surrenali (o surrene) sono gli organi che contengono più vitamina C. Ma il loro ruolo in quella posizione è chiave per sintetizzare gli ormoni adrenalina e noradrenalina e glucocorticoidi. Questo giustifica oltremodo che durante gli episodi di stress i bisogni di questa vitamina si innalzino, perché si tratta di ormoni legati fermamente alla cascata biochimica della sindrome generale di adattamento, comunemente nota come stress.

D’altra parte, l’adrenalina e la norepinefrina sono neurotrasmettitori essenziali per il funzionamento del cervello e mantengono un legame intenso con l’umore e la capacità di attenzione.

Vitamina C per lo stress

In definitiva, la vitamina C ha effetti indiretti sul sistema nervoso.

Vitamina C anche contro lo stress ossidativo

In situazioni di elevata domanda organica, come può essere la pratica intensiva dello sport, si genera uno squilibrio metabolico a favore della produzione di radicali liberi, in cui la vitamina C gioca un ruolo cruciale nell’inibire la cascata di reazioni che questi causano. E in situazioni di costante aggressione da parte di questi radicali liberi (ambienti contaminati, eccesso di radiazioni ultraviolette…), i bisogni di vitamina C aumentano, diventando il miglior strumento per fermarli.

Sono proprio gli antiossidanti, come la vitamina C, a tenere a bada la presenza di questi elementi nocivi garantendo un equilibrio nel funzionamento cellulare.

È interessante notare che, in particolare, impedisce che il DNA delle cellule della pelle si denaturi quando viene esposto a troppa radiazione ultravioletta.

Vitamina C e lo sport

 

Un baluardo all’interno del sistema immunitario

L’acido L-ascorbico si comporta come un forte supporto per il sistema immunitario, rafforzando la popolazione delle diverse famiglie di globuli bianchi (soprattutto neutrofili, linfociti e macrofagi), e per ottimizzare la sintesi di immunoglobuline o anticorpi.

Comprare Acido Ascorbico (Vitamina C)
Vitamina C in Polvere
In forma di Acido Ascorbico. Azione Antiossidante. Promuove l'assorbimento del ferro. Formato RAW. Senza additivi.
COMPRARE

In caso di deficit di vitamina C, vi è un immagazzinamento di questa da parte dei linfociti, che va a discapito della domanda dei tessuti.

Altre implicazioni della vitamina C sulla salute:

  • Mostra un’importante funzione nel cervello, un organo in cui la sua concentrazione diminuisce nel tempo, che consiste nel proteggere i neuroni dai fenomeni degenerativi.
  • Distrugge l’istamina, una sostanza nucleare nelle reazioni allergiche e di anafilassi, in modo che si consiglia sia presente in qualsiasi alterazione che innalzi i suoi livelli, come ustioni, eczemi e orticaria.
  • Aiuta il corpo a disintossicarsi dai metalli pesanti altamente nocivi a lungo termine, come il mercurio, piombo o cadmio, e all’interno della sua capacità antiossidante si concentra la capacità di impedire la sintesi di nitriti e ammine, sostanze azotate che spesso diventano fattori predisponenti per lo sviluppo di tumori maligni.
  • Facilita l’assorbimento del ferro nell’intestino, che racchiude l’alto valore nel caso di atleti per la pratica di esercizio ad alta intensità di vivendo molto esposti al declino nella popolazione di globuli rossi e quindi a soffrire di carenza di ferro.
  • In caso di epatite virale, è efficace in dosi molto elevate, parliamo da 40 a 100g al giorno per via endovenosa. E può essere un rimedio molto efficace, combinato con lo zinco e con una frequenza di 3-4 grammi al giorno, per curare l’herpes.
Comprare Vitamina C
Vitamina C
500mg per Capsula. Con Bioflavonoidi Citrici. Effetto antiossidante. Potenzia il sistema immunitario. Interviene nella produzione di collagene.
COMPRARE

Principali fonti di alimenti con vitamina C

Tutti sanno che circola una estesa versione che attribuisce all’arancia la condizione di essere il frutto che contiene la maggior concentrazione di questo micronutriente. Ma la verità è che si tratta di una leggenda erronea, perché mentre un pezzo di questo agrume offre 69 milligrammi di vitamina C, sono 85 quelli forniti da una ciotola di fragole, 122 se si parla di un pezzo di mango e se parliamo di un peperone rosso, circa 200.

In linea di principio, si può dire che tutta la frutta e verdura contiene almeno una certa quantità di vitamina C. Nel caso della prima, la lista delle migliori fonti di vitamina C include gli agrumi, come arance e pompelmi, kiwi, mango, papaia, ananas, fragola, lampone, mora, mirtillo, anguria e melone. Tra le verdure e gli ortaggi, comandano la classifica i broccoli, i cavoletti di Bruxelles, il cavolfiore, il pepe verde e rosso, gli spinaci, i cavoli, le cime di rapa e altre verdure a foglia verde, patate bianche e dolci e i pomodori.

D’altra parte, sebbene in misura minore, sono interessanti alcuni cereali lavorati e altri alimenti trasformati che sono arricchiti o fortificati con vitamina C negli impianti di produzione.

Da dove proviene la vitamina C

 

Tuttavia, va tenuto in conto che, come già spiegato in riferimento alle proprietà dell’acido ascorbico, che si tratta di una sostanza estremamente labile, per cui è necessario il minor trattamento possibile in cucina degli alimenti ricchi di vitamina C ed evitare di prolungare la loro conservazione. La cottura in umido è letale per la vitalità della vitamina C, quindi è consigliabile utilizzare microonde o cottura a vapore che possono ridurre le perdite, anche se sempre presenti.

Quantità consigliate di Vitamina C

A tal proposito, e sempre riferendosi a persone sane, in funzione dell’età si può stabilire una tabella con i seguenti tenori.

Neonati

  • 0 a 6 mesi:40 milligrammi/giorno
  • 7 a 12 mesi: 50mg/giorno

Bambini

  • 1 a 3 anni: 15mg/giorno
  • 4 a 8 anni: 25mg/giorno
  • 9 a 13 anni: 45mg/giorno

Adolescenti

  • Ragazze da 14 a 18 anni: 65mg/giorno
  • Ragazzi da 14 a 18 anni: 75mg/giorno
  • Adolescenti incinta: 80mg/giorno
  • Adolescenti in allattamento: 115mg/giorno

Adulti

  • Donne: 75mg/giorno
  • Donne incinta: 85mg/giorno
  • Uomini: 90mg/giorno
  • Donne in allattamento: 120mg/giorno

Ma ci sono alcuni profili di persone che tendono ad avere maggiori difficoltà nell’ottenere sufficiente vitamina C, ad esempio:

  • I fumatori, sia attivi che passivi, poiché il fumo aumenta il fabbisogno corporeo di vitamina C per contrastare questo danno ossidativo correlato ai radicali liberi in eccesso. Questa circostanza si traduce in un fabbisogno di 35mg in più di vitamina C al giorno.
  • I bambini alimentati con latte di mucca evaporato o bollito, data la povertà del latte vaccino in vitamina C che è aggravata dal trattamento termico subito. Per questo motivo, si sconsiglia il latte vaccino fino a quando il bambino non abbia compiuto un anno. Le formule per neonati sono formulate con una quantità sufficiente di vitamina C.
  • Le persone la cui dieta è poco varia e in cui difficilmente entrano frutta e verdura.
  • Persone con alcuni disturbi come la sindrome da cattivo assorbimento grave, alcune varietà di cancro e patologie dipendenti dall’emodialisi.
Comprare Acido Ascorbico (Vitamina C)
Vitamina C in Polvere
In forma di Acido Ascorbico. Azione Antiossidante. Promuove l'assorbimento del ferro. Formato RAW. Senza additivi.
COMPRARE

Una menzione speciale merita l’opinione dei seguaci della cosiddetta medicina ortomolecolare, guidata dal Nobel Linus Pauling. Raccomandano un consumo compreso tra 3 e 18g al giorno, suddivisi in cinque o sei dosi, prevedendo la limitazione dell’organismo per il suo assorbimento. Sostengono una così forte affermazione basata sul consumo che si stima abbiano le specie di primati in generale, nel volume di vitamina C sintetizzato da specie di mammiferi non primati quando sono sottoposti a stress.

Va notato, tuttavia, l’accettazione limitata che queste tesi hanno avuto nella comunità scientifica.

D’altra parte, dobbiamo tenere a mente che la vitamina C ha alcuni nemici che possono causare la sua degradazione nell’organismo; Parliamo di alcuni farmaci come la pillola anticoncezionale, alcuni antibiotici e l’acido acetilsalicilico, il composto basico dell’aspirina. Allo stesso modo, operazioni chirurgiche, ferite e gravi ustioni, infezioni, diabete, malattie digestive e il consumo sproporzionato di alcool o tabacco possono ridurre anche la sua presenza.

Miti e Verità

1. Gli agrumi devono essere consumati appena spremuti per assorbire la vitamina C:

È vero. Per essere assorbita, la vitamina C degli agrumi dev’essere consumata appena spremuta. Quando la vitamina C presente negli agrumi entra in contatto con l’ossigeno, perde le sue proprietà. È importante inoltre mantenere i succhi a temperature moderate e, se possibile, lontano dall’esposizione alla luce.
Allo stesso modo, alimenti come peperoni, bietole, broccoli o fragole devono essere consumati crudi affinché la vitamina C venga assorbita correttamente. Questo perché la cottura riduce l’apporto nutrizionale.

2. Mangiare agrumi a digiuno aiuta a bruciare i grassi:

È falso. Gli agrumi in sè stessi non sono sufficienti per bruciare grassi. Non esiste evidenza scientifica che gli aggiudichi direttamente questa proprietà.
Si è vero che riducono i livelli di colesterolo e agiscono come antiossidanti, neutralizzando l’effetto ossidativo.

3. Prendere vitamina C permette di prevenire e curare i raffreddori:

Questo mito, almeno in larga misura, è falso. La vitamina C non ha la capacità di prevenire o curare un raffreddore. Si stima che all’interno delle sue proprietà si trovi quella di diminuire i sintomi una volta che il raffreddore è iniziato e che aiuta anche a ridurre la durata dello stesso. La probabilità di successo dipende dall’organismo di ogni persona e dalle condizioni del raffreddore.
Il modo migliore per prevenire la malattia o accelerare la sua cura è quello di mangiare correttamente, comprese, naturalmente, le fonti di vitamina C.

Raffreddore e vitamina C

 

4. La vitamina C fa bene alle ossa:

È vero. Sebbene la salute delle ossa sia direttamente associata al calcio, la vitamina C ne consente un maggiore utilizzo ed è essenziale anche per la formazione del collagene. Questa produzione di collagene aiuta a mantenere una pelle sana e compatta ed è indispensabile per i tessuti connettivi, le articolazioni e i tendini.
Inoltre, la proprietà antiossidante della vitamina C riduce la perdita ossea, rallenta l’invecchiamento e aiuta a mantenere la densità ossea nel tempo.

5. Gli agrumi sono l’unica fonte di vitamina C:

È falso. Sebbene gli agrumi siano una delle fonti più importanti di questa vitamina, esistono alimenti che contengono molta più vitamina C. Alcuni alimenti con maggior contenuto di questo nutriente sono: peperoni, bietole, broccoli, fragole, cavolfiori.

Conclusioni

È per questo che la cosa più consigliabile da fare è seguire una dieta più equilibrata possibile. Non incentrarsi su alcuni alimenti particolari, ma cercare di includere la maggiore quantità varietà.

Bisogno di stabilire un’integrazione?

Secondo le linee guida dietetiche per gli americani (Dietary Guidelines for American people), è ragionevole ottenere la maggior parte dei nutrienti indispensabili dalle loro fonti alimentari naturali. Ma consumare cibi fortificati e integratori alimentari è un modo per uscire da situazioni in cui non vengono raggiunte le soglie minime di alcuni nutrienti per evitare di compromettere la salute.

È che, certamente, ci sono molte persone che non hanno una dieta adeguata e, quindi, consumano frutta e verdura in quantità insufficienti. In questi casi è fondamentale prendere integratori di vitamina C, il cui modello di assunzione può instaurarsi all’interno di un piano di integrazione più ampio per favorire la buona salute generale.

La vitamina C si trova nella maggior parte degli integratori multivitaminici venduti nei negozi di alimenti naturali, farmacie e drogherie, tra cui negozi online, ed è anche disponibile sia in formulazione unica, come negli integratori alimentari in combinazione con altre sostanze nutritive.

In generale, quella presente in questi integratori alimentari è sotto forma di acido L-ascorbico, ma alcuni produttori stanno optando per presentazioni saline in forma di ascorbato di sodio, ascorbato di calcio o altri ascorbati, e c’è anche la possibilità di combinare l’acido ascorbico con bioflavonoidi. In realtà, non ci sono prove a favore della maggiore efficacia dell’una o dell’altra forma chimica.

Comprare Vitamina C
Vitamina C
500mg per Capsula. Con Bioflavonoidi Citrici. Effetto antiossidante. Potenzia il sistema immunitario. Interviene nella produzione di collagene.
COMPRARE

Forse la vitamina C è la più conosciuta di tutte le sostanze nutritive in quanto anche il suo uso come integratore alimentare è il più diffuso. È ampiamente disponibile in varie forme, come compresse, capsule, miscele solide per bevande e polvere cristallina. In quest’ultimo caso, sono bottiglie con cristallini di vitamina C, un cucchiaino dei quali contiene mezzo grammo di vitamina. L’acido L-ascorbico come integratore in polvere ha un forte sapore amaro e può causare irritazione gastrica in dosi non basse se si ha lo stomaco delicato.

In un mercato di integratori alimentari con una enorme concorrenza, si possono trovare variegate forme di vitamina C. La maggior parte di questi si differenziano in base alla loro biodisponibilità, che si riferisce al grado in cui una sostanza nutritiva si acquisisce nel grado sufficiente di biodisponibilità nel tessuto in cui è destinato a esercitare la sua azione dopo la sua somministrazione.

Integratori di Vitamina C

Consulta qui i migliori integratori di vitamina C da acquistare

L’opzione dei sali di acido ascorbico

Gli ascorbati di sodio, calcio e magnesio sono sali dell’acido ascorbico legati chimicamente a sodio, calcio o magnesio, che rappresentano forme non acide della vitamina C, meglio tollerate e più efficientemente assorbite nel tratto gastrointestinale.

I sali minerali formati a partire dall’acido ascorbico sono sostanze sottoposte ad un effetto tampone e, pertanto, sono generalmente raccomandate alle persone che soffrono di problemi gastrointestinali cronici.

La possibilità che la biodisponibilità dell’acido L-ascorbico da fonti naturali possa differire da quello sintetico è stata oggetto di numerosi studi, senza che sia stata osservata alcuna differenza clinicamente significativa tra di essi. D’altro canto, le forme di acido ascorbico che vengono mangiate con il cibo o le cosiddette a rilascio prolungato dovrebbero aumentare l’assorbimento essendo più lento lo svuotamento dello stomaco. Ma mentre sembra non esserci alcun dubbio circa l’equivalenza della biodisponibilità dell’acido ascorbico sotto forma di polveri masticabili o compresse, nel caso di preparazioni a rilascio prolungato vi è qualche incertezza.

Quando vengono ingeriti i sali derivati dall’acido ascorbico, sia l’acido ascorbico che il minerale vengono assorbiti rapidamente quasi nella loro interezza, per cui si deve prendere in considerazione la quantità di questi minerali che fanno parte del complesso quando si regolano le dosi di ascorbato. Pertanto, è conveniente controllare le etichette degli integratori per avere una conoscenza precisa della dose di acido ascorbico e di ciascun minerale.

Ascorbato di sodio

Comprare Acido Ascorbico (Vitamina C)
Vitamina C in Polvere
In forma di Acido Ascorbico. Azione Antiossidante. Promuove l'assorbimento del ferro. Formato RAW. Senza additivi.
COMPRARE
Un grammo di asorbato di sodio contiene 111 milligrammi di sodio.

Le persone che soffrono di ipertensione normalmente seguono una dieta bassa in sodio e devono mantenere il consumo di sodio al di sotto dei 2,5 mg/giorno. Pertanto, queste persone avrebbero controindicato questa presentazione.

Ascorbato di calcio

In questa forma, il calcio sembra essere assorbito abbastanza bene. L’assunzione raccomandata per persone adulte è da 1 a 1,2 mg/giorno, non dovendo oltrepassare i 2,5mg/giorno nel periodo compreso tra i 19 e i 50 anni e i 2mg/giorno a partire dai 50 anni.

Ascorbato di magnesio

L’assunzione giornaliera raccomandata di magnesio è 400-420 mg/giorno per gli uomini e 310-320 mg/giorno per le donne, trattandosi in entrambi i casi di adulti. Mentre il massimo per l’assunzione di magnesio da integratori si raggiunge con 350 mg/giorno.

Ascorbato di manganese

Lo citiamo espressamente perché è l’ingrediente di alcune formulazioni che contengono come ingrediente principale glucosammina o solfato di condroitina e adeguando la dose come indicato nelle etichette di entrambi, al livello tollerabile di manganese, che è di 11mg/giorno, che potrebbe anche abbassarsi.

La vitamina C in compagnia dei bioflavonoidi

I bioflavonoidi sono composti fenolici presenti nel regno vegetale, nei quali coincide in molte occasioni la loro abbondanza con quella della vitamina C. In base ai risultati di numerosi studi clinici che hanno confrontato il modo in cui la vitamina C si assorbe da sola e contenuta in flavonoidi, non sembra esserci una differenza nella biodisponibilità dell’acido ascorbico. In conclusione, l’effetto dei bioflavonoidi sulla disponibilità biologica di vitamina C sembra essere irrilevante.

L’ascorbil palmitato

È un antiossidante il cui uso preminente è quello di allungare la durata degli oli vegetali. Ma la sua utilità biomedica non è trascurabile, perché con la sua duplice solubilità, in acqua e nei grassi, ha la capacità di infiltrarsi nelle membrane cellulari. In particolare, anche se questo effetto è in attesa di conferma in vivo, quando viene fissato nella membrana dei globuli rossi essi sono protetti dal danno ossidativo dei radicali liberi, sapendo che fa lo stesso anche con la vitamina E.

Fonti di vitamina C

Per il momento, l’ascorbil palmitato è incorporato nella formulazione di preparati topici in quanto contribuisce alla stabilità delle forme idrosolubili di vitamina C.

Ingerito per via orale, si sospetta che sia degradato nei suoi due costituenti, palmitato e acido ascorbico (anche questo ugualmente biodisponibile che ingerito isolatamente), nel tratto digestivo prima del suo assorbimento e non arriva mai a far parte delle membrane cellulari. Tuttavia, si presume che la presenza di palmitato negli integratori sia sempre un fattore protettivo per gli antiossidanti idrosolubili contenuti nella preparazione.

Come si può dedurre da quanto detto sopra, il problema principale nell’integrazione con vitamina C è l’enorme disparità nei dosaggi e nei modi di somministrazione.

Alcune precauzioni obbligate con gli integratori di Vitamina C

Vale la pena sottolineare un paio di situazioni legate all’assunzione di farmaci sulle quali bisognerebbe porre maggiore attenzione per possibili ripercussioni degli integratori alimentari di vitamina C su di questi:

  • Questi integratori potrebbero interagire con la chemioterapia e trattamenti radioterapici antitumorali. La vitamina C, sebbene non sia confermato, potrebbe proteggere le cellule tumorali dall’azione aggressiva di entrambi.
  • La vitamina C in combinazione con altri antiossidanti classici (come la vitamina E, selenio e beta-carotene o provitamina A) interferisce con l’azione di controllo dei livelli di colesterolo nel sangue, destinata alla protezione contro gli infarti, promossa da due farmaci (una statina e una niacina) se somministrati in associazione. Per questo motivo, i medici devono monitorare i livelli di lipidi circolanti nelle persone trattate con questi farmaci (specialmente le statine) e che inoltre assumono integratori antiossidanti.
  • D’altro canto, si dovrebbe informare del possibile pericolo di alte dosi di integratori di vitamina C durante la gravidanza. Queste, infatti, possono produrre un effetto di rimbalzo nel futuro bambino causando una carenza congenita di vitamina C.
Vitamina C per la gravidanza

Quattro motivi per includere la vitamina C nella dieta

  1. Agisce come antiossidante per proteggere le cellule muscolari dai danni provocati dai radicali liberi, favorendo un recupero ed una crescita più rapida.
  2. Aiuta nel metabolismo degli aminoacidi, soprattutto alla formazione del collagene, il che diminuisce il rischio di potersi infortunare. Il collagene la possiamo definire come una proteina di grande importanza nella costituzione della matrice extracellulare del tessuto connettivo. Nel corpo umano, il collagene svolge diverse funzioni come ad esempio, quella di unire e rafforzare i tessuti.
  3. Aiuta nell’assorbimento del ferro. Il ferro è necessario per aiutare l’ossigeno a legare l’emoglobina del sangue. Senza il trasporto adeguato di ossigeno per il sangue, il corpo li ruba ai muscoli, il che può ridurre la forza.
  4. Supporta la formazione e liberazione di ormoni steroidei, includendo l’ormone più anabolico: il testosterone.

Link Correlati con la tematica:

La vitamina C, nota anche come acido ascorbico, è una vitamina idrosolubile. È necessaria per la crescita in quanto promuove un sistema immunitario sano e aiuta a conservare i vasi sanguigni e il tessuto connettivo. Gli esseri umani non sono in grado di generare la propria vitamina C, quindi devono incorporarla attraverso la dieta. Cos'è la Vitamina C? La Vitamina C, il cui nome chimico è acido L-ascorbico, è uno dei principali rappresentanti di un genere di micronutrienti, le vitamine, notevolmente disperse negli alimenti di origine vegetale e animale e che deve il suo nome alla sua condizione essenziale elementi…
Valutazione Vitamina C

Alimenti con Vitamina C - 100%

Raffreddore comune e Vitamina C - 98%

Vitamina C per sportivi - 100%

Efficacia - 100%

100%

Valutazione HSN: Ancora Nessuna Valutazione !
Vedi Anche
Effetti della carenza di vitamina C
Vitamina C: Effetti della sua Carenza nell’Organismo

L’organismo non è in grado di immagazzinare la vitamina C, ma soffre le conseguenze della …

Un commento
  1. Molto buono di grande aiuto e di ulteriore conferma di quello che pensavo io lo assumo perché ho una grave malattia e i suoi benefici sono molteplici assumetela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti piace il nostro HSNBlog?
HSN Newsletter
Be’, immagina le offerte del nostro negozio.

Lasciaci la tua mail e ti daremo accesso alle migliori promozioni per i nostri clienti


Desidero iscrivermi e accetto la politica di privacy