Concentrazione e Memoria
61 Prodotti
  1. «
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. »
Configurare la direzione acendente
61 Prodotti
  1. «
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. »
Configurare la direzione acendente

Concentrazione e Memoria

Possiamo stimolare la memoria assumendo determinati nutrienti che attivano il suo funzionamento, come nel caso della nicotinammide adenina dinucleotide (NADH) gli acidi grassi omega-3, la L-tirosina, o la lecitina.

Popolarmente si intende come memoria la capacità di ricordare le cose. Ma dal punto di vista della medicina e della psicologia, la memoria ha diverse funzioni cognitive nella mente.

La memoria non solo interviene nel rendimento dell’apprendimento, ma anche è molto importante nella capacità di concentrazione, di capire, di fornire concetti e di applicare le conoscenze acquisite. I ricordi intervengono anche nel funzionamento dell’immaginazione, la pianificazione e la revisione retrospettiva delle nostre azioni. Tutto questo richiede processi complessi del cervello.

In definitiva, la memoria interviene nel corso dello sviluppo mentale a livello globale.

Indice Nascondi

  1. Sintomi dei cedimenti della memoria
  2. Cosa possiamo fare quando comincia a cedere la memoria?
  3. Consigli per allenare la memoria
  4. Aumentare la memoria con fonti naturali o integratori nutrizionali
  5. Le proprietà degli Omega 3
  6. Le proprietà della tirosina sulla concentrazione e memoria

Sintomi dei cedimenti della memoria

Tutti siamo abituati a determinate situazioni nelle quali dimentichiamo cose importanti: dimentichiamo il nostro pin della banca; dimentichiamo di comprare prodotti basilari, nono ricordiamo il nome dei colleghi di lavoro, ecc.

Questo tipo di cedimenti dellla memoria, nei queli ci dimentichiamo qualche informazione, non sono necessariamente preoccupanti. Tuttavia, se i cedimenti si producono con molta frequenza, possono influenzare le attività quotidiane e la qualità di vita.

Non sempre siamo capaci di improvvisare di fronte a una perdita di informazione, oltre a risultare frustrante dimenticare dati che possono essere basilari per muoverci con normalità.

Quando questa perdita di memoria avviene con frequenza, l’incertezza ci opprime e finiamo col perdere la fiducia nei nostri mezzi, necessaria per la vita professionale e privata.

Cosa possiamo fare quando comincia a cedere la memoria?

Quando osserviamo che la nostra memoria comincia a diminuire è il momento di agire. La prima cosa che dobbiamo fare è andare dal medico affinchè faccia una diagnosi e determini se la perdita di memoria si debe ad un problema di salute, derivato da cause organiche. Questa sintomatologia occorre essere abituale nei casi di demenza e Alzheimer.

Secondo gli studi scientifici attuali su queste malattie, attualmente non si può curare la perdita di memoria derivata da queste patologie. In questi casi, il cervello si deteriora progressivamente, prima si distruggono i nostri ricordi a breve termine e quando la malattia è in fase avanzata, attacca i ricordi a lungo termine, sebbene questo processo è molto più lento.

Tuttavia, non tutte le persone che sperimentano una diminuzione della memoria sono influenzate da gravi malattie, in quanto è molto più frequente che, in determinati casi, si produca una perdita puntuale di determinati ricordi o informazioni.

La diminuzione della memoria può essere dovuta a cause oggettive, come un eccesso di lavoro intellettuale. Quando forziamo la mente obbligandola a conservare molte informazioni e a stare allerta costantemente, l’ansia che questo produce si stà ripercuotendo sulla perdita di memoria, come una forma di superare l’ansia. Si tratta di un meccanismo di protezione della mente di fronte ad un’eccesso di dati e informazioni.

Un grande stress intellettuale può ridurre il rendimento della memoria e la sua ripercussione può essere grave a livello personale, in quanto può influire su molti aspetti, dalla possibilità di trovare lavoro fino alla perdita dei contatti sociali.

Quando un lavoratore stà realizzando un lavoro di produzione a catena in maniera meccanica, per otto ore, può soffrire una perdita di rendimento della propria memoria, in quanto smette di realizzare funzioni basiche per la mente come l’utilizzo del pensiero analitico e di astrazione.

Consigli per allenare la memoria

Esercitare la Concentrazione e Memoria

Con un buon allenamento possiamo aumentare la memoria gradualmente. In psicologia esistono molti metodi per allenare la memoria a breve termine.

Un gioco stimolante di psicologia è il “Brain Training”, che incita la memoria in modo ludico con esercizi che ricoprono differenti aspetti cognitivi.

Una memoria che funziona bene ha bisogno di ricoprire diversi aspetti, per cui è molto importante raggiungere questo equilibrio e stimolare la mente in forme diverse.

Coloro che sono abituati nel loro lavoro a risolvere problemi teorici, che richiedono una capacità di pensiero astratto e analitico, devono rilassarsi intellettualmente durante il loro tempo libero, e optare per attività che richiedano un carico cognitivo diverso.

In questi casi, il più adeguato è realizzare sport, come la danza, le arti marziali; o sport di squadra che richiedano funzioni motorie complesse, con le quali, allo stesso tempo, compensano la mancanza di attività fisica nel posto di lavoro.

Molte attività quotidiane possono aiutare a stimolare il rendimento e la buona salute della memoria come nel caso di imparare una lingua straniera, imparare a suonare uno strumento musicale, cantare in un coro, realizzare un lavoro manuale o giocare a giochi di strategia al pc. Ognuna di queste cose fomenta funzioni distinte della mente.

Il vantaggio di questo tipo di attività, in contrapposizione ad un’aumento di memoria sviluppato in studi clinici, si radica nel coinvolgimento personale e culturale, la propria interazione sociale e il proprio carattere ludico e di divertimento. In questi casi, la memoria si stimola in modo positivo, che è un valore aggiunto per aumentare il proprio rendimento, contemporaneamente a migliorare lo stile di vita.

Aumentare la memoria con fonti naturali o integratori nutrizionali

Affinchè la mente funzioni in modo efficace ha bisogno di una grande quantità di energia. Possiamo fornire questa energia attraverso la nostra dieta quotidiana, ingerendo alimenti che contengano determinati grassi e amminoacidi.

Le fonti naturali che somministrano questa energia, attraverso gli alimenti, sono gli acidi grassi Omega 3, NADH, che si conoscono anche come coenzima 1, lecitina, L-tirosina e L-teanina. Tutti questi elementi sono importanti per il funzionamento cerebrale.

Tuttavia, non è sempre possibile includere queste sostanze vitali nelle quantità necessarie attraverso la dieta. Pertanto, per compensare questa carenza è molto pratico assumere i corrispondenti integratori nutrizionali, con i quali garantiamo che il nostro cervello và a ricevere tutti i nutrienti di cui ha bisogno per il corretto funzionamento cerebrale.


Le proprietà degli Omega 3

Le proprietà degli Omega 3

Gli acidi grassi Omega-3 sono stati studiati in profondità in più di 6’000 studi scientifici, dimostrando i loro sorprendenti benefici sulla salute.

Gli acidi grassi Omega-3 si trovano fra gli acidi grassi essenziali per l’organismo umano. Sono imprescindibili per le membrane cellulari e hanno un effetto positivo sulla circolazione sanguignea, la viscosità e i livelli di lipidi nel sangue.

Una carenza di Omega-3 può avere conseguenze negative sulla pelle, i muscoli e le ossa, e può provocare anche disturbi cardiovascolari e arteriosclerosi.


Proprietà della Tirosina

Le proprietà della tirosina sulla concentrazione e memoria

la L-tirosina svolge un ruolo cruciale nella produzione degli amminoacidi che mantengono il funzionamento del cervello. Pertanto, la L-tirosina ha un impatto basilare sull’energia mentale e il rendimento.

Si tratta di uno dei 20 amminoacidi che formano le proteine. Si classifica come un amminoacido non essenziale in quanto il corpo può produrre tirosina da solo, sebbene ha bisogno di combinarsi con la fenilanina per questo.

Prendere L-tirosina aiuta ad aumentare il rendimento fisico e mentale, aumenta l’attenzione, la concentrazione e la motivazione, tutto in forma naturale.

  Loading...