Diabetici
38 Prodotti
  1. «
  2. 1
  3. 2
  4. »
Configurare la direzione acendente
38 Prodotti
  1. «
  2. 1
  3. 2
  4. »
Configurare la direzione acendente

Diabetici

I pazienti con diabete di tipo II possono ridurre gli alti livelli di glucosio mediante una dieta salutare, praticando esercizio fisico regolare e mantenendo un peso stabile. Esistono anche sostanze naturali come l'estratto di cannella, il cromo o integratori alimentari che possono aiutare a ridurre considerevolmente l'iperglicemia, aiutando a migliorare questo problema e migliorando la salute generale delle persone che ne soffrono.

Il diabete è una malattia cronica che può nascere quando il corpo perde la sua capacità di produrre sufficiente insulina o di usarla efficacemente.

L'insulina è un ormone che si sintetizza nel pancreas e che rende possibile che gli zuccheri contenuti negli alimenti passino dalle cellule dell'organismo, dove si trasformano in energia per permettere che i muscoli e i tessuti funzionino.

È per questo motivo che una persona che soffre di diabete non può adeguatamente assimilare zuccheri durante i pasti, dato che se essi circolano nel sangue (iperglicemia) provocano danni nei tessuti con il trascorrere del tempo e facendo sì che il fegato converta l'eccesso di zuccheri in grassi. Questo deterioramento dei tessuti e l'eccesso di grassi accumulati provoca complicazioni per la salute che possono arrivare ad essere fatali.

Esistono 3 tipi principali di diabete: diabete di tipo 1, diabete di tipo 2, diabete mellito gestazionale (DMG).

Perché avviene il diabete?

Diabete tipo 1

Il diabete di tipo 1 avviene da una reazione autoimmunitaria, nella quale le difese del corpo attaccano le cellule del pancreas incaricate di sintetizzare l'insulina, facendo si che non si produca necessaria insulina. Il motivo concreto per la quale avviene questo tipo di diabete non è ancora chiarito.

Il diabete di tipo 1 può comparire in persone di qualsiasi età, ma è soprattutto molto comune nei bambini o giovani adulti. Le persone che soffrono di diabete di tipo 1 devono iniettarsi insulina obbligatoriamente e quotidianamente, con l'obiettivo di mantenere equilibrati i loro livelli di glucosio nel sangue. Se non ci si inietta insulina, una persona con diabete di tipo 1 può morire.

Le persone con questa malattia possono condurre una vita normale, però devono mantenere uno stile di vita salutare, seguire terapie quotidiane di insulina, controlli periodici, dieta equilibrata ed effettuare esercizio fisico.

Aumenta sempre di più, ogni anno, il numero di persone diagnosticate con questo tipo di diabete. Le ragioni per la quale si contrae il diabete non sono ancora chiare, ma potrebbero essere relative a contaminanti ambientali, predisposizioni genetiche, in determinate circostanze durante lo sviluppo fetale, l'alimentazione del bambino nei primi anni di vita e anche infezioni virali.

Diabete di tipo 2

Il diabete di tipo 2 è la forma più comune di diabete che esiste e compare soprattutto nelle persone adulte, sebbene ogni volta è sempre più comune che si presenti nei bambini e adolescenti, a causa di una cattiva alimentazione basata in cibi processati trattati con zuccheri raffinati.

Quando una persona contrae il diabete di tipo 2, il suo corpo può produrre insulina; tuttavia, la dose non è sufficiente, o il corpo non risponde ai suoi effetti, dando luogo ad un accumulo di glucosio in circolo nel sangue.

A volte, le persone che contraggono il diabete di tipo 2 possono non accorgersene per diversi anni, dato che i suoi sintomi sono molto vari e a volte non ci si presta attenzione. Questo viene diagnosticato in alcune persone solo quando avvengono complicazioni diabetiche.

Sebbene i motivi per sviluppare un diabete di tipo 2 non si conoscono con certezza, esistono vari fattori di rischio importanti, quali:

  • mancanza di esercizio fisico
  • obesità
  • alimentazione inadeguata
  • età avanzata
  • predisposizioni genetiche ereditarie
  • origini etniche
  • alimentazioni inadeguate durante la gravidanza, che possono influenzare lo sviluppo del bambino

A differenza delle persone che contraggono il diabete di tipo 1, la maggioranza delle persone che soffrono di diabete di tipo 2 non richiedono dosi quotidiane di insulina. Tuttavia, per controllare la malattia si può prescrivere insulina legata ad un farmaco orale per il diabete, integratori come il cromo e cannella, una dieta equilibrata ed esercizio fisico.

La quantità di persone diagnosticate con diabete di tipo 2 cresce in maniera vertiginosa ogni anno.

Diabete Mellito Gestazionale

Questo tipo di diabete, chiamato diabete mellito gestazionale (DMG) è solito essere diagnosticato per le prime volte nelle donne in gravidanza. Le donne in gravidanza che sviluppano questo tipo di diabete è perché il loro corpo non riesce a sintetizzare né ad usare l'insulina richiesta durante la gestazione.

Normalmente, il diabete gestazionale si sviluppa in uno stadio avanzato della gestazione; pertanto il bebè sarà già formato, sebbene continui a svilupparsi.

Per questo motivo, il rischio per il bambino è inferiore a coloro nati da madre che soffriva di diabete di tipo 1 o 2, prima di rimanere incinte.

Ciò nonostante, le donne con diabete mellito gestazionale devono regolare i loro livelli di glucosio nel sangue per evitare possibili rischi per il bambino. Per far ciò, bisogna seguire una dieta adeguata, sebbene in alcuni casi bisogna comunque agire tramite iniezioni di insulina o medicine orali.

Il diabete gestazionale della madre sparisce normalmente dopo la nascita. Tuttavia, le donne che hanno contratto il diabete mellito gestazionale hanno maggiori probabilità di contrarre diabete di tipo 2 se ci si trascura con gli anni. I bambini che sono nati da madre con DMG presentano anch'essi più probabilità di essere obesi e di contrarre diabete di tipo 2 da adulti.

Persone con alterazione della tolleranza al glucosio e alterazioni del glucosio a digiuno

Bisogna tenere presente che molte persone hanno livelli elevati di glucosio nel sangue, però non arrivano a contrarre diabete. Queste persone presentano alterazioni della tolleranza al glucosio (ATG) o alterazioni del glucosio a digiuno (AGA).

L'ATG è una condizione che si presenta quando esistono livelli alti di glucosio nel sangue dopo i pasti, mentre quelli dell'AGA hanno luogo quando questo livello alto di glucosio si presenta mentre la persona è a digiuno.

Le persone che contraggono ATG presentano probabilità maggiori di sviluppare diabete di tipo 2. Per questa ragione, l'ATG ha in comune molte caratteristiche con il diabete di tipo 2 dato che, in egual modo, si associa all'obesità, all'età avanzata e all'incapacità del corpo di utilizzare correttamente l'insulina. Ciò nonostante, non tutti quelli con ATG sviluppano diabete di tipo 2.

Sintomi di diabete: Come possiamo sapere se abbiamo rischi di soffrire di diabete?

Il diabete di tipo 1 è solito prodursi in maniera repentina e i suoi sintomi sono:

  • Sete anormale e secchezza delle fauci
  • Dolori addominali, nausea e vomito
  • Sensazione frequente di dover orinare
  • Stanchezza ed estrema mancanza di energie
  • Elevato appetito, a volte incontrollato
  • Perdita di peso
  • Lentezza nella rimarginazione di ferite
  • Infezioni frequenti
  • Problemi con la vista, come visione offuscata

In cambio, il diabete di tipo II non presenta sintomi così chiari e si sviluppa lentamente nel corso della propria vita. Tuttavia, esistono alcuni sintomi che possono segnalare che i livelli di zucchero nel sangue non sono quelli adeguati, come l'aumento della sete, urinazioni frequenti, così come la stanchezza e l'affaticamento perenne. Per questo è molto importante effettuare analisi sanguigne ricorrenti e ricevere informazioni sufficienti sul diabete, per prevenire la sua comparsa nel corso della vita.

I sintomi del diabete gestazionale sono abbastanza difficili da determinare. La sua diagnosi si effettua durante uno studio prenatale di routine.

Si possono presentare sintomi moderati, come eccessiva sete, visione offuscata, affaticamento, tremori e infezioni.

Diagnosi del diabete: Come si può diagnosticare il diabete?

Un'analisi delle urine può essere sufficiente per diagnosticare il diabete, dato che ci indica se il glucosio che si espelle tramite le urine sia alterato. Tuttavia, la maggior parte dei livelli elevati di zucchero nel sangue che accompagnano il diabete sono scoperti casualmente durante un controllo di routine.

Se il glucosio nel sangue è superiore ad un valore di 200 mg / dl, il diabete può essere diagnosticato chiaramente. Quando i valori vano oltre i 100 mg / dl, bisogna effettuare più prove prima di diagnosticare il diabete, analizzando anche come sono i livelli del glucosio a digiuno e due ore dopo i pasti.

Peraltro, in realtà, basta un'analisi degli anticorpi dell'insulina nel sangue per accertare se sia diabete di tipo I o II. Per controllare la glicemia, come parte di un trattamento di diabete, esistono anche dispositivi che misurano con una goccia i sangue i livelli di zucchero.

È importante controllare i livelli di diabete gestazionale per evitare complicazioni con il parto, prestando attenzione alla salute del feto.

Trattamento del diabete: Come si trattano i diversi sintomi del diabete?

Nel diabete di tipo I, bisogna somministrare al paziente insulina per tutto il resto della vita, per compensare alla sua carenza. Tuttavia, nel trattamento del diabete di tipo II, è molto importante anche la cooperazione del paziente, dato che, con le giuste accortezze, si può ridurre i livelli alti di zucchero che seguono il diabete e migliorare la salute dello stesso, così come la sua qualità della vita.

Le precauzioni più importanti per ridurre il diabete sono: seguire una dieta salutare, effettuare esercizio o qualsiasi tipo di attività fisica, e perdere peso. Quando queste precauzioni non sono sufficienti, il trattamento del diabete si realizza con medicine specifiche per questa malattia. Esistono anche diversi prodotti naturali per il diabete che possono essere di grande aiuto per aiutare a controllare gli squilibri del glucosio

Solamente nel caso che, sebbene col trattamento farmacologico non si abbassino i livelli elevati di zucchero, bisogna somministrare anche insulina alle persone che soffrono di diabete di tipo II

Prevenzione del diabete: come prevenire il diabete con prodotti naturali

Fortunatamente, abbiamo informazioni valide su alcuni alimenti che risultano molto efficaci per evitare il rischio di soffrire di diabete e, anche, per aiutare a controllarlo. Tra questi alimenti, che riducono i sintomi del diabete, si distinguono in particolare la cannella, cromo picolinato, l'aloe vera, il melone amaro, l'ortica, il fieno greco e la stevia.

Esistono altri tipi di alimenti che contengono ingredienti attivi che sono più salutari per il trattamento dei sintomi secondari del diabete, come la cattiva circolazione. In particolare, i preparati a base di aglio e ginkgo aiutano a migliorare il flusso sanguigno e sono molto benefici per le persone che soffrono di alterazioni del glucosio.

Prevenzione del diabete: Si può prevenire ed evitare un aumento del glucosio del sangue?

A differenza di quello che succede con il diabete di tipo I, lo sviluppo del diabete di tipo II può essere prevenuto e anche evitato. È essenziale che le persone che soffrono di diabete di tipo II abbiano sufficienti informazioni su come bisogna agire per rimanere in salute.

Bisogna realizzare attività fisica, dato che l'esercizio fisico favorisce il funzionamento corretto dell'insulina nell'organismo e riduce l'obesità. I malati di diabete devono anche seguire una dieta salutare, che abbia un effetto positivo sui livelli di glucosio e favorisca la salute.

Bisogna anche prestare attenzione ai possibili rischi di soffrire di diabete durante la gravidanza. Questo tipo di diabete è conosciuto come diabete gestazionale. Il diabete gestazionale può creare complicazioni durante la gravidanza, per la quale bisogna stare molto attenti.

Consiglio per le persone che soffrono di diabete:

  • I livelli di glucosio nel sangue è un riflesso di come si metabolizza lo zucchero nell'organismo. Per questo motivo, affinché questi livelli si mantengano in equilibrio, è necessario seguire una dieta salutare, realizzare esercizio fisico e assumere le medicine corrispondenti al trattamento del diabete prescritto dal medico.
  • È necessario aiutare i pazienti che soffrono di diabete dandogli quante più informazioni possibili sulla malattia, affinché comprendano cosa bisogna fare per prevenire il diabete e quali sono quelli che invece possono scatenare uno squilibrio, peggiorando il diabete e compromettendo la salute. Oggigiorno, esistono sufficienti informazioni affinché una persona possa prevenire e trattare i sintomi del diabete.
  • A volte, quando si soffre di diabete, assumere una dose troppo alta di medicine o seguire una dieta eccessivamente radicale può causare ipoglicemia nelle persone che soffrono di diabete. Questa ipoglicemia deve essere trattata mediante la somministrazione immediata di glucosio.
  • Bisogna analizzare lo stato dei piedi, dato che alti livelli di zucchero nel sangue, tipico dei diabetici, si manifestano specialmente in questa zona del corpo.
  Loading...